Quotidiani locali

Isontina-Serenissima anticipo delicato nella lotta salvezza

Calcio Prima categoria, la partita di Capriva si gioca domani Il presidente Pillon: «Vogliamo avere tanto pubblico con noi»

GORIZIA. Sarà l'anticipo tra Isontina e Serenissima, in programma a Capriva domani pomeriggio con fischio d’inizio alle 15, a dare il via ufficialmente al girone di ritorno nel campionato di Prima categoria.

La lunga attesa dovuta alla sosta invernale è dunque terminata: si riparte da una sfida salvezza che all'andata aveva sorriso ai giallorossoneri di mister Gianni Longo, vittoriosi per 1-0 a Pradamano. I tempi, però, sono cambiati rispetto al positivo avvio di campionato di Andresini e compagni, che nelle ultime quattro partite prima della sosta natalizia hanno racimolato appena un punto subendo qualcosa come 13 reti, più di tre di media a match. Insomma, la speranza è che l'anno nuovo porti ben altri risultati: «Vogliamo vincere, la sfida è importantissima per noi e proprio perché vogliamo tutto il pubblico locale dalla nostra parte abbiamo deciso di giocare in anticipo: domenica i sono tante partite importanti in tutto l'Isontino, noi volevamo smarcarci e attrarre tifosi a darci una spinta» spiega il presidente dell'Isontina Flavio Pillon. Mister Longo avrà a disposizione l'intero gruppo con l'eccezione dell'infortunato portiere De Sabbata, alle prese con una fastidiosa pubalgia.

Come detto, sarà una partita da prendere con le dovute precauzioni dai giallorossoneri: ulteriori passi falsi, in una classifica cortissima laggiù in fondo, non sono ammessi. I numeri infatti parlano chiaro: se il campionato si fosse concluso a metà del guado, l'Isontina sarebbe salva con i suoi 17 punti, appena uno in più rispetto alla zona rossa dei playout. Ma attenzione: proprio la Serenissima ultima in graduatoria di punti ne ha 13, e dunque tutto è ancora ampiamente in gioco in questo girone di ritorno, a cominciare da questo match che si presenta già come una sorta di incontro che vale sei punti, quelli che ci passano tra vincere o perdere 90 minuti di questo tipo.

E sempre a proposito di freddi numeri, la sfida di Capriva rischia di essere un vero e proprio tiro a segno: di fronte infatti ci sono la penultima (Serenissima, 30 reti) e la terzultima (Isontina, 27) difesa del torneo, che sono precedute in questa immeritevole graduatoria solo da una squadra, e il nome di chi le sopravanza in questo caso è clamoroso,
visto che è quello della capolista Chiarbola. Un caso forse più unico che raro di prima in classifica che è anche la peggiore del lotto in quanto a gol subiti.

Ma in questo strano campionato di Prima categoria 2017/2018 succede anche questo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon