Quotidiani locali

Un Interclub inarrestabile fa suo anche il derby

B donne: l’Oma le ha tentate tutte per opporsi alla capolista. L’Abf Monfalcone con Furlan s’impone su Treviso

TRIESTE. Le ha tentate davvero tutte l’Oma Emt per fermare l’inarrestabile corsa dell’Interclub Muggia e proseguire la striscia positiva che durava da 8 turni. E il risultato sarebbe arrivato, non ci fosse stata dall’altro lato del campo una squadra complessivamente più attrezzata e poco incline a fermare un’imbattibilità lunga 12 gare sfociata nella vetta della classifica condivisa con Ponzano.

Il punteggio premia l’Interclub sul 58-64 (14-17, 28-28, 46-44), gli applausi vanno ad entrambe le compagini che hanno nobilitato un derby corretto e vibrante, con continui avvicendamenti al comando. In apertura le muggesane palesano più opzioni in attacco, ma i loro primi strappi (+6) sono contenuti dalla vena al tiro pesante delle gialloblù (6 bombe nei primi 20’). Proprio con queste soluzioni (unite ad alchimie difensive che inceppano gli attacchi avversari) l’Emt opera il primo sorpasso portandosi in più occasioni sul +4, neutralizzato all’intervallo. Nel terzo quarto la gara sale ancora d’intensità e sorpassi e controsorpassi si sprecano, con l’ex muggesana Policastro decisiva nel portare la sua squadra avanti prima dei 10’ finali di fuoco.

Un break di 5-0 lancia l’Emt sul 51-44 a 9’ dal termine e costringe coach Mura a un time-out dal quale le sue ragazze rientrano con altro piglio. Miccoli sotto canestro diventa infermabile e Silli completa un break di 12-0, costringendo stavolta coach Jogan a parlarci sopra. L’Emt ha profuso molti sforzi per insidiare così tanto l’Interclub e la stanchezza si paga nelle manovre e in alcuni tiri sbilenchi, eppure c’è ancora un colpo di coda per l’ultima parità del match sul 56-56. Un bel canestro di Ianezic e il 6/6 fatturato dalla stessa assieme a Cumbat ai liberi chiude un derby avvincente, che ha soddisfatto entrambi gli allenatori.

Mura ha elogiato il cambio di passo finale dell’Interclub (con Cumbat in regia) riconoscendo come l’Emt sia stata l’avversaria che più ha impensierito la sua squadra. Sull’altro fronte Jogan si è detto orgoglioso del suo gruppo, capace di mettere in difficoltà fino all’ultimo la capolista. L’Abf Monfalcone sceglie una tra le avversarie più opportune per tornare a vincere.

Nella sfida salvezza Treviso cede 62-47 (20-14, 37-22, 47-37) alla squadra di Poletto, quanto mai tonificata dall’esordio stagionale di Furlan. La pivot classe ’88 dà serenità soprattutto
alle compagne più giovani e realizza 19 punti, strappando all’ottima Rosati (16) l’abituale palma di top scorer. Singoli a parte, l’Abf ha mostrato più equilibrio nel gioco e nella distribuzione dei tiri, conquistando anche molti falli e viaggi in lunetta.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon