Quotidiani locali

Il lanciatore Figueroa per i Rangers di serie A

Redipuglia ha scelto il venezuelano, che ha giocato anche nei Chicago Cubs  La guida tecnica della squadra affidata al confermatissimo Frank Pantoja

REDIPUGLIA. Natale porta volti nuovi e volti noti in casa dei Rangers, neopromossi alla serie A del baseball.

La società di Redipuglia, quindi, si sta preparando per la nuova stagione e come anticipato all’assemblea dei soci, il sodalizio del presidente Salvatore Sechi si è mosso rapidamente per formare il gruppo che affronterà il nuovo campionato, con la denominazione di A2, nel 2018. Assodato il rientro a Ronchi dei Legionari dei prestiti di Giovanni Del Prete ed Enrico Fallacara e preso atto della rinuncia all’attività agonistica, per motivi personali, di Ferdinando Corazza, il primo colpo sul mercato è sicuramente aver riconfermato tutti i ragazzi della storica promozione in serie A, compreso lo staff tecnico con Frank Pantoja al comando coadiuvato dai coach Andrea Bazzarini e Ivan Mederos.

Agli eroi dell’anno scorso vanno ad aggiungersi altre pedine fondamentali. Alessandro Tonzar ed Enrico Varin rientrano all’ovile dopo un 2017 trascorso in serie A con i New Black Panthers. I due talenti sono abituati ai grandi livelli e aiuteranno i compagni a prendere il ritmo nella nuova categoria. Graditissimo anche il ritorno di Jordano Collado nella veste di giocatore e tecnico delle formazioni giovanili. Ha un volto il lanciatore straniero dei Rangers. Si tratta di Eduardo Figueroa. Il ventinovenne venezuelano di Basquimento ha iniziato la carriera da professionista nel 2007 con i Chicago Cubs arrivando fino al livello di Triplo A. Ha giocato in Italia nel 2015 a San Marino e al momento milita nella lega parallela del campionato venezuelano con i Cardinales de Lara, la franchigia dell’indimenticato Thiago Da Silva che proprio a Redipuglia ha percorso una delle tappe fondamentali della sua carriera sportiva. Un recente scouting report lo definisce «un cavallo da tiro che può ricoprire qualsiasi ruolo in uno staff e garantire inning di qualità». Questo è il ritratto dell’uomo in cui il baseball di Redipuglia ripone grande fiducia.

La squadra ha cominciato la preparazione invernale a novembre nella palestra messa a disposizione dall’amministrazione comunale di Fogliano Redipuglia e, dopo la parentesi natalizia e di Capodanno, si riprenderà a pieno ritmo per arrivare in forma all'avvio della nuova stagione. Il 2017 si chiude con il botto e il direttore sportivo, Roberto Agelli, sta preparando nuovi colpi per l’inizio del 2018. Ci si chiede chi sarà il prossimo acquisto e quale sarà la forza di una squadra che, negli ultimi anni, ha vinto molto, bissando, proprio nell'anno che sta ormai per concludersi, la promozione in serie A e la conquista della Coppa Italia di serie B. Ai ragazzi il merito del successo sul campo ma il risultato è dovuto anche al grande lavoro svolto dal direttivo e tutti i volontari per mettere gli atleti nelle condizioni migliori possibili: dalla cucina con ottime pietanze, alla logistica per le trasferte, passando per gli scorer e la gestione del bar. Tutti hanno contribuito alla causa facendo parte di una grande macchina organizzativa, che di macchina
ha solo il nome perché mossa da passione ed emozioni. A capo di tutti il presidente Sechi, che ha saputo coordinare, spronare e organizzare in maniera che tutto sia alla perfezione, in team con la vicepresidente Pozzar e tutto il consiglio direttivo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro