Quotidiani locali

Vai alla pagina su Triestina calcio
Triestina, Biasin: Spero nella B nell'anno del Centenario

Triestina

CALCIO

Triestina, Biasin: "Spero nella B nell'anno del Centenario"

Videomessaggio dall'Australia del presidente nella riuscita serata al Politeama Rossetti

TRIESTE. «Mi piacerebbe che la Triestina andasse in serie B l’anno prossimo, visto che è quello del centenario». Certo, capitasse in questa stagione nessuno si tirerebbe indietro, ma l’importante sono le ambizioni, il progetto e un orizzonte ben preciso: e se le parole arrivano direttamente da Mario Biasin, allora il popolo rossoalabardato ha di che gioire sul futuro che l’aspetta.
Proprio le parole del presidente in videosaluto dall’Australia, in perfetta sintonia con l’atmosfera tipica degli auguri e foriere di ulteriore entusiasmo, hanno così concluso nel migliore dei modi la grande festa del brindisi natalizio organizzata dalla Triestina Calcio in un affollato Politeama Rossetti. Il presidente, che è stato brevemente introdotto da Romina Milanese che in questi giorni è in Australia, si è detto contento per quanto sta facendo la prima squadra e fiero soprattutto per le tante compagini giovanili che ora la Triestina può vantare, visto che era partita da zero. «Grazie mule, grazie muli», ha chiuso Biasin, facendo ovviamente gli auguri a tutti. La serata del gran galà alabardato si era aperta all’insegna delle grandi emozioni, con una clip del gol di Aquaro nei play-off contro la Virtus Vecomp e della festa di quella rocambolesca partita con l’appassionata radiocronaca di Guido Roberti, che ha anche presentato la festa di ieri sul palco del Rossetti.
Ha aperto poi gli interventi Mauro Milanese, mentre a fare gli onori di casa ci ha pensato il presidente del Teatro Rossetti Sergio Pacor. Dopo il saluto delle istituzioni, l’assessore Giorgio Rossi per il Comune ed Emiliano Edera per la Regione, il via alla grande kermesse alabardata, a partire ovviamente dalla prima squadra e dallo staff tecnico. Quindi la passerella di tutte le altre formazioni alabardate, con la squadra Berretti, il team femminile, gli Allievi e i Giovanissimi nazionali, quindi tutte le squadre dell’ASD Triestina Victory, ovvero Allievi e Giovanissimi provinciali e sperimentali, gli Esordienti, i Pulcini, i Primi Calci e i Piccoli Amici.
Ogni squadra ha avuto il suo momento di gloria e ha avuto il suo contributo filmato introduttivo, con un regalo per tutti i ragazzi. È stata poi la volta delle società affiliate alla Triestina, alle quali il responsabile di questo particolare settore Denis Godeas ha consegnato palloni e panettoni. E a chiudere degnamente insieme ai tifosi la festa con gli auguri finali, dopo il saluto di Biasin c’è stato l’inno della Triestina. A margine, grande successo hanno

avuto i banchetti con in vendita il calendario alabardato 2018, che è disponibile anche nelle sedi di molti club, e l’almanacco alabardato: bastava guardava il suo spessore rispetto a quello dello scorso anno, per capire quanta strada ha fatto il sodalizio alabardato nel settore giovanile.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik