Quotidiani locali

il ko a tolmezzo 

La Pro Romans pecca troppo di inesperienza in trasferta

ROMANS D’ISONZO. Principessa in casa, Cenerentola fuori. È così la Pro Romans Medea di quest'anno in Promozione. E se, per fortuna dei giallorossi, sin qui tra le mura amiche sono arrivati successi e...

ROMANS D’ISONZO. Principessa in casa, Cenerentola fuori. È così la Pro Romans Medea di quest'anno in Promozione. E se, per fortuna dei giallorossi, sin qui tra le mura amiche sono arrivati successi e prestazioni importanti, in trasferta sono dolori. Anche domenica è arrivata una sconfitta, questa volta a Tolmezzo (3-1, con gol isontino di Boaro), e quel che fa più rabbia è che sono proprio i ragazzi di Tomizza a complicarsi nella maggior parte dei casi la vita da soli.

«Siamo così, una squadra tanto troppo altalenante – dice mister Gianni Tomizza -, e questo non va bene. In trasferta proprio non riusciamo a proporci come in casa, e questo è sintomo di poca personalità e di inesperienza: malgrado alcuni dei nostri giocatori abbiano già affrontato in passato questa categoria, pecchiamo di ingenuità, sbagliamo troppo. E certe cose in Promozione le paghi a caro prezzo. È chiaro che non si possono fare certi regali – dice Tomizza -, ed è altrettanto ovvio che i complimenti degli avversari non fanno classifica. Continuiamo a sbagliare in troppe occasioni, vuoi per disattenzioni vuoi per mancanze. Dobbiamo stare più attenti, essere determinati e cinici sottoporta
e marcare chi va marcato quando difendiamo».

Una lezione che i giallorossi devono cercare di assimilare in fretta. La classifica è ancora positiva, ma i 16 punti attuali non bastano per stare tranquilli, visto che le lunghezze di vantaggio sulla zona play-out sono solo due.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik