Quotidiani locali

Cross, De Marchi pronto per gli Europei

Il mezzofondista della Trieste Atletica in gara domenica con gli Under 20: «In Slovacchia punto a un piazzamento»

TRIESTE. Ora è ufficiale. Il mezzofondista Jacopo De Marchi, portacolori della Trieste Atletica, parteciperà ai campionati europei Under 20 di cross che si terranno domenica 10 dicembre a Samorin (in Slovacchia). Questa terza convocazione in nazionale chiude la carriera giovanile del ragazzo nativo di Cervignano che il prossimo anno, con il passaggio di categoria, entrerà nel mondo dell’atletica “dei grandi”.

A proposito del suo esordio in azzurro agli Europei di Chia del 2016, De Marchi ci racconta come «quella partecipazione fu una sorpresa ma mi fece capire che potevo recitare un ruolo da protagonista a livello nazionale». In terra sarda l’atleta, azzurro anche quest’estate agli Europei Juniores di Grosseto, conquistò il sessantaduesimo posto che quest’anno vuole assolutamente migliorare.

«Fin da ottobre la preparazione invernale è stata incentrata sulla manifestazione del 10 dicembre, dove conto di conquistare almeno un piazzamento a ridosso dei primi trenta e di contribuire a un’ottima prestazione di squadra». Accanto al ragazzo gialloblu correranno altri cinque azzurri che comporranno un team sulla carta alquanto competitivo. «La formazione di quest’anno non presenta una punta di diamante ma siamo un gruppo affiatato, compatto e equilibrato, che può ben figurare in ottica classifica a squadre».

Le prove di selezione sono state altamente competitive e De Marchi ha saputo districarsi abilmente in ogni situazione di gara, sia in un contesto di prova tattica sia in frangenti dove gli atleti hanno imposto un ritmo incalzante fin dalle prime battute.

Il ragazzo, classe 1998, da settembre - grazie al sostegno della Trieste Atletica - si è trasferito nel capoluogo giuliano dove frequenta il primo anno di Università alla facoltà di economia e dove viene seguito in prima persona dal tecnico Roberto Furlanic. «Prima di passare sotto la guida di Roberto, mi allenavo principalmente da solo. Ora avere un costante contatto diretto con l’allenatore e correre assieme al nutrito gruppo di atleti gialloblu è uno stimolo in più e ciò mi dà molta sicurezza. Inoltre, nelle sedute specifiche spesso sono “accompagnato” da Patrick Nasti che da poco ha abbandonato la carriera professionistica. Patrick rappresenta un enorme supporto
e aiuto alla mia crescita agonistica».

Tutto il mondo dell’atletica triestina e regionale si auspica che domenica De Marchi possa conquistare un risultato di rilievo, come è già successo negli scorsi anni al suo “speciale” compagno di fatiche.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon