Quotidiani locali

calcio 

In Prima categoria scivola il Villesse

Dopo un ottimo periodo la formazione di Scarel si ferma con lo Zarja

GORIZIA. E alla sesta giornata mister Scarel cadde. Dopo tre pareggi e due vittorie, infatti, il ruolino impeccabile dell'allenatore del Villesse, subentrato in corsa un mese e mezzo fa, viene macchiato dalla prima sconfitta della sua gestione: merito di uno Zarja che espugna il campo dei giallorossi, per una volta non capaci di esprimersi ai livelli delle ultime partite. Ed è un ko che pesa: si perché dietro vincono tutte le dirette avversarie, a partire dal fanalino di coda Turriaco, che aggancia a quota 9 la Serenissima battendo a domicilio il Ruda in quella che è la grande sorpresa di giornata in Prima categoria. I gialloverdi sono ormai in una fase di chiara difficoltà e si è visto contro la cenerentola del girone, impostasi con un sontuoso 3-1 firmato Merlo, Angelini e Pelos, sebbene i due gol decisivi siano arrivati solo nel finale di gara. Un punto più in alto c'è il Mariano, bravo anch'esso a rompere l'incantesimo uscendo dalla crisi in casa di una diretta concorrente, proprio quella Serenissima ora in fondo alla classifica: il 2-0 finale non fa una piega, con Stacco e Leghissa assoluti protagonisti e non a caso autori delle reti che hanno indirizzato l'incontro. Scivola in basso intanto l'Isontina, che non riesce a ritrovare continuità e contro l'Isonzo fa e disfa tutto da sola nel vero senso della parola: gli ospiti vanno infatti a prendersi i tre punti a Capriva con un 2-1 maturato in piena zona Cesarini causa autorete sfortunata di De Sabbata a rompere l'equilibrio manifestatosi nel primo tempo con un'altra autorete giallorossonera, quella di Bardieru, ed il gol, stavolta nella porta giusta, di Di Matteo. Sorride invece il Mladost, che espugna il terreno
del Primorec. Ne hanno segnati invece ben sei in tutto Gradese e Aquileia nello scontro fratricida tra cugini di laguna e turismo: in gol per gli isolani Pinatti, Mattesich e Riccardi, per gli ospiti Clementin, Casasola e Riondato in una partita dalle mille emozioni. Matteo Femia

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik