Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pallacanestro Trieste
Quelli della Stefanel dei record: «L’Alma Trieste un po’ ci assomiglia»
basket a2 

Quelli della Stefanel dei record: «L’Alma Trieste un po’ ci assomiglia»

Cantarello, Bianchi e De Pol parlano della squadra che può battere il loro record di 12 successi consecutivi: «Questo gruppo ha il senso di identità e appartenenza»

TRIESTE. Sempre più letale l'Alma Trieste di Eugenio Dalmasson. Otto vittorie consecutive in un inizio di stagione che, pur tra mille difficoltà, ha già evidenziato i primi segnali di crescita. Complice il rinvio della sfida casalinga contro Roseto, Trieste concluderà imbattuta i primi due mesi del campionato in attesa di un dicembre impegnativo. Ferrara in trasferta, Roseto e Jesi in casa, Verona in terra scaligera, Piacenza al PalaRubini Alma Arena prima dell'attesissimo derby con la Snaidero che chiuderà l'anno al Carnera.

Sei gare in 25 giorni per una squadra a caccia del record di imbattibilità della Stefanel che nel 1993/94 conquistò dieci vittorie consecutive perdendo (era il 12 dicembre di ventiquattro anni fa) sul campo di Reggio Emilia. Tanti i protagonisti di quell'armata che a fine anno sfiorò la finale scudetto fermata a Pesaro, in gara-tre, solo dall'immenso talento di Carlton Myers.

Con Davide Cantarello, Dacio Bianchi e Alessandro De Pol ricordiamo quella stagione cercando di trovare possibili paralleli in due contesti, giova ricordarlo, che partono da presupposti completamente differenti.

 

Davide Cantarello
Davide Cantarello

 

«Periodi diversi, difficile fare paragoni - sottolinea Davide Cantarello -. Ci ho pensato in questi giorni e devo dire che una cosa che può accomunare la nostra Stefanel a quest'Alma è la forte identificazione dei giocatori al progetto. Noi avevamo vissuto la grande delusione della retrocessione in serie B ripartendo tutti assieme, la Trieste di oggi ha vissuto momenti delicati migliorando stagione dopo stagione. Nelle difficoltà si cresce e ci si compatta, chi è rimasto in questi anni, penso a capitan Coronica, è stato bravo a trasmettere ai nuovi arrivati una filosofia che è il marchio di fabbrica di questa società. Tanta grinta e dedizione al lavoro: qualità che non solo i lottatori ma anche i giocatori di maggior classe sanno garantire. Poi, dico una cosa scontata, vincere aiuta a vincere. Oggi come allora scendevi in campo con grande fiducia sapendo che, in un modo o nell'altro, arrivavi fino in fondo».

 

Alessandro De Pol
Alessandro De Pol

 

«La cosa più bella - sottolinea Alessandro De Pol - è il grande senso di appartenenza che l'Alma di oggi, allo stesso modo della nostra Stefanel, ha saputo risvegliare nei tifosi. Una passione mai sopita ma che è riesplosa negli anni. Una cosa che constato personalmente contando quante persone anziane, vedendomi magari al supermercato, mi chiedono se essendo così alto gioco a basket e ho a che fare con l'Alma. Magari non sono appassionate di basket ma conoscono la nostra squadra di pallacanestro. Merito di un progetto che, oggi come ai tempi nostri, ha mantenuto lo stesso allenatore aggiungendo, anno dopo anno, uno o due tasselli. L'energia, il mix di giocatori con diverse esperienze ma la stessa feroce determinazione sta pagando ottimi dividendi».

Analisi ripresa da Davide "Dacio" Bianchi, quest'anno istruttore giovanile a Montichiari in provincia di Brescia. «Punti in comune tra Stefanel e Alma? Direi una forte identità, spirito di gruppo e unità di squadra. Ho visto Trieste dal vivo contro Orzinuovi e poi contro Treviso e devo dire che mi ha colpito molto. La cosa più importante che mi sembra possa accomunare le due realtà è che la gente si è riappassionata alla pallacanestro. Più di venti anni fa non giocavi solo contro la Stefanel ma contro una città perché passare a Chiarbola, col clima che c'era, non era facile. La stessa cosa vale oggi: non vai a giocare solo contro l'Alma, vai a giocare a Trieste. E vi assicuro che per un giocatore sentire alle spalle la spinta di una città intera è una cosa fondamentale».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro