Quotidiani locali

Falconstar, a Dueville vittoria che vale doppio

Serie C Gold, i monfalconesi hanno rischiato sul parquet dell’ultima della classe: ottima la loro reazione

MONFALCONE. Ci sono vittorie che si contano e altre che si pesano. Quella ottenuta dalla Falconstar a Dueville appartiene alla seconda specie perché uscire con un successo quando il divario con gli avversari è ancora in doppia cifra a 4’ dalla fine è oro colato.

Il fatto che dall’altra parte ci fosse l’ultima della classe non sminuisce la vittoria ma anzi la rende ancora più importante perché perdere sarebbe stato come lasciare 4 punti sul campo. I biancorossi invece sono riusciti a venire a capo di un match che si era messo male per diversi motivi, e grazie alla forza di carattere, leit motiv di questa stagione, hanno sovvertito l’inerzia in extremis vincendo ai supplementari. «La reazione e il rifiuto della sconfitta ci hanno consentito di uscire senza danni dalla gara – racconta il viceallenatore Matteo Franco –, la forza mentale della squadra è ciò che mi è piaciuto di più. Ovviamente non è stata una delle partite più brillanti della stagione, e ci sono diverse componenti, un probabile calo di tensione dopo aver affrontato le grandi del campionato, sicuramente un po’ di stanchezza, la trasferta lunga. Va poi dato merito anche a loro di aver giocato un’ottima gara, hanno tirato con buone percentuali prendendo fiducia, e hanno fatto entrare in partita anche il pubblico. Fortunatamente negli ultimi 4’ abbiamo stretto la difesa, il nostro marchio di fabbrica, e poi nel supplementare abbiamo sfruttato l’inerzia a favore».

La Falconstar non è scesa in campo nelle migliori condizioni, senza Tonetti, ai box per la distorsione alla caviglia rimediata con San Vendemiano (in settimana, dopo gli esami strumentali, se ne saprà di più sui tempi di recupero) e con un Girardo reduce da un solo allenamento per la tonsillite. Nel corso della gara, poi, si è infortunato alla caviglia anche Vidani, uscito all’inizio del terzo quarto, e così lo staff tecnico ha dato abbondante minutaggio a Tossut, che ha risposto molto bene sfiorando la doppia cifra, e anche al giovane Cossaro. «Gli infortuni sono senz’altro degli inconvenienti, ma dobbiamo prendere il lato positivo – continua Franco – gli spazi che si creano diventano opportunità per i nostri giovani, lavoriamo tanto con loro proprio perché si facciano trovare pronti in questi momenti».

A Dueville si è registrata altra grande prestazione individuale da parte di Tim Skerbec, che ha fatto segnare uno score di 29 punti e 10 rimbalzi. «Tim ha giocato una grande partita ed è stato il più continuo del gruppo – analizza ancora il tecnico di San Lorenzo Isontino – ma tutti i ragazzi hanno portato il loro contributo.
Scutiero per esempio ci ha portato al supplementare con la tripla del pareggio a 5” dalla fine, un tiro difficile non solo perché era marcato ma anche perché era reduce dagli errori con Jesolo e San Vendemiano. Ha dimostrato quindi freddezza e carattere».

Michele Neri

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon