Quotidiani locali

PARI STELLARE 

A Chiarbola tanto spettacolo e otto marcature

TRIESTE. Il Chiarbola/Ponziana sognava di sfruttare il fattore campo contro una Serenissima Pradamano (terz'ultima assieme allo Zarja) reduce da un periodo non brillantissimo e priva degli...

TRIESTE. Il Chiarbola/Ponziana sognava di sfruttare il fattore campo contro una Serenissima Pradamano (terz'ultima assieme allo Zarja) reduce da un periodo non brillantissimo e priva degli squalificati Miani, Gosgnach e Banello nonché di mister Baulini (e del “massaggiatore-dirigente” Musuraca). E sul sintetico di Dolina i ragazzi di Lorenzo Stefani fanno effettivamente una prova offensiva al cospetto di una squadra raccolta e propostasi in avanti appena possibile. Alla fine la “sentenza” è 4-4, un pareggio più utile al morale friulano e con i triestini ora secondi (da soli) visti il successo della capolista (ormai solitaria) Domio – con cui ci sarà il derby d'alta quota sabato prossimo - e lo stop del Ruda nell'anticipo sabatino. Il team di casa parte all'attacco e dopo una trentina di secondi Haxhija si accentra e lascia partire un sinistro, che il portiere Tami è bravo a neutralizzare sul primo palo. Poi tocca a Cramersteter sfiorare il palo e quindi altri due tentativi a vuoto dei locali prima di lasciare il segno al 15'. Una punizione battuta veloce e su un batti e ribatti, quindi, Lauro si traveste da bomber e la mette dentro con il mancino. Al 20' tocca al goleador di razza Gabriele Miano, in forza ai giallorossi ospitati, mettere il primo timbro sul match, capitalizzando un ribattino su un contropiede e con i locali a reclamare un fuorigioco. Triestini di nuovo a mettere pressione, trascinati dal trio Ruzzier – Haxhija – Cramersteter. E sembrano poter chiudere i conti con un uno-due tra il 31' e il 36'. Prima un bel diagonale di destro di Ruzzier vale il 2-1, quindi un ancora più pregevole slalom porta Haxhija (partito da lontano dopo una palla recuperata da Ruzzier) a entrare in area e a firmare il 3-1. I giuliani vorrebbero allora controllare la situazione, ma un intervento di Gili sembra sulla palla e invece “vale” un rigore, che viene realizzato dallo stesso Miano al 15' s.t. E' 3-2. Locali innervositi, ma Braini “punge” comunque (Tami para) prima di vedersi fischiare una punizione contro (dopo che i suoi avevano reclamato un fallo) e Gardelli fa 3-3. Altro penalty, però,
al 37' per un'uscita di Tami su Ruzzier e Cramerster fa 4-3 dagli undici metri. Due gialli e perciò rosso per il portiere Bonin al 90'. Cinque di recupero (poi allungato) e al 93' Piazza sfrutta un corner per il 4-4. Ultimo guizzo per Braini, ma si resta pari.

(m.l.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik