Quotidiani locali

Recupero fatale, l’Unione si ferma

Prima sconfitta stagionale (2-1) con il Mestre per un rigore ingenuo segnato da Spagnoli al 94’

TRIESTE . A Portogruaro è arrivata la prima sconfitta della stagione per la Triestina. Un passo falso che la formazione di Sannino (ieri in tribuna per scontare la squalifica e sostituito da Nicola Princivalli) poteva evitare.

L’1-1 (gol di Pozzebon riprendendo una respinta del portiere avversario a replicare Sottovia) quasi meritato sembrava cosa fatta nel paludoso Mecchia a 2’ dallo scadere dei sei minuti di recupero. Ma l’Unione, molto imprecisa in tutto l’arco della gara, è stata capace di perdere un pallone a centrocampo, subire una verticalizzazione verso Bussi. E la sterzata del muggesano in area, dove c’erano tre difensori, ha trovato la gamba ingenuamente protratta di Codromaz.

Rigore tanto ingenuo quanto sacrosanto nonostante un sospetto di fuorigioco. Calcio secco di Spagnoli e prima sconfitta in campionato degli alabardati. Ma perché dopo la goleada di Ravenna, nella prima sfida lontano dal Rocco, alla seconda occasione la Triestina è caduta? L’avversario di ieri
è di quelli tosti. Buona organizzazione e tanta corsa. Proprio le caratteristiche più ostiche alla Triestina manovriera. Ma appunto di quell’Unione votata al gioco al Mecchia non si è vista nemmeno l’ombra. Nonostante il pareggio prezioso fosse vicinissimo.

ESPOSITO ALLE PAGINE 32-33.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista