Quotidiani locali

Vai alla pagina su Triestina calcio
Triestina, nuova sfida con il Mestre

Triestina

CALCIO SERIE C

Triestina, nuova sfida con il Mestre

A Portogruaro alle 14.30 il confronto che infiammò la D

TRIESTE Il duello infinito continua. Dopo le partite dello scorso anno combattute a suon di gol (ben 13 tra andata e ritorno) per conquistare il vertice della serie D, oggi Mestre e Triestina (si gioca a Portogruaro alle 14.30, arbitra Gariglio di Pinerolo) si ritrovano una categoria più su per rinnovare la sfida. La scorsa stagione furono due incontri altamente spettacolari e rocamboleschi: il Mestre passò al Rocco per 4-3 all’andata, la Triestina rimontò tre reti al Baracca e chiuse sul 3-3. Le premesse per una sfida frizzante insomma ci sono tutte, anche se le due squadre sono decisamente cambiate (soprattutto la Triestina) rispetto alla scorsa stagione. Certo, sulla carta dopo il mercato proprio l’Unione è quella che ha fatto i maggiori passi in avanti, oltre ad aver cambiato completamente modo di giocare con la nuova guida tecnica di Sannino (che oggi sarà squalificato, in panchina ci sarà Princivalli), ma attenzione alla squadra di Zironelli che ha un impianto di gioco collaudato dallo scorso anno e in queste prime giornate, prima di conoscere la prima sconfitta a Fermo, deve recriminare per qualche punto di troppo perso per strada.

Senza dimenticare che il Mestre ha anche l’handicap di giocare le partite casalinghe a Portogruaro, come accadrà oggi. La Triestina dal canto suo deve fare i conti con qualche defezione, in particolare quella dei due terzini. Troiani, vittima di un problema muscolare al polpaccio, è fermo da metà settimana, salterà la partita di oggi e si spera possa riprendere presto il lavoro; Pizzul invece è stato regolarmente convocato ma non sarà della partita, visto che ieri mattina al Rocco non ha nemmeno preso parte alla rifinitura ed è anch’esso alle prese con un lieve problema mucolare. Mister Sannino, dopo aver provato in settimana il 3-5-2, sembra aver nuovamente dirottato sul più collaudato 4-4-2. Non che la difesa a tre non possa venir buona in seguito, magari a partita in corso, soprattutto in assenza de due terzini: del resto, certi meccanismi sempre meglio provarli in allenamento che improvvisarli da un attimo all’altro in partita.

Ma una volta immagazzinati certi concetti, per una partita così insidiosa meglio ripercorrere strade già ben conosciute. Una decisione che può anche esser figlia della scelta di non voler ancora rischiare Mori, del resto reduce da un importante infortunio a un ginocchio: vero che il difensore si sta già allenando a pieno ritmo col gruppo da un paio di settimane, ma in questi casi meglio non rischiare ed affrettare i tempi. Insomma Sannino dovrebbe puntare ancora sul 4-4-2 e per sostituire Troiani e Pizzul la scelta è caduta su El Hasni e Grillo, con inserimento di Codromaz nel mezzo.

Pertanto, davanti a Perisan, la coppia centrale difensiva dovrebbe essere formata da Aquaro e Codromaz, con El Hasni a destra (in carriera ha già giocato in quel ruolo) e Grillo a sinistra. A centrocampo i due esterni saranno sempre Bariti e Bracaletti (forse il primo potrebbe stavolta partire a destra, ma comunque i due sono abituati ad alternare fra loro le fasce di competenza), mentre in mezzo al campo dovrebbe essere ancora Meduri ad affiancare

Porcari. In avanti confermata la coppia formata da Arma e Mensah.
POSTICIPO TV. La partita Albinoleffe-Triestina di mercoledì 4 ottobre, originariamente prevista per le ore 14.30, si giocherà invece alle 20.45 e sarà trasmessa in diretta televisiva su SportIta

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics