Quotidiani locali

Orchette Under 15 terze in Italia Sconfitta Catania ai rigori

Pallanuoto: le ragazze triestine si confermano ad alto livello. Brazzatti: «Un risultato fantastico» Cade l’Italia nel Mondiale U20 maschile contro la Serbia, Mezzarobba di nuovo a segno

TRIESTE. Terzo posto per le orchette della Pallanuoto Trieste nelle finali nazionali Under 15.

Le ragazze triestine guidate da Andrea Piccoli e Ilaria Colautti hanno cancellato così la delusione del giorno prima, con la sconfitta in semifinale con il Bogliasco. Nella finale per la medaglia di bronzo la Pallanuoto Trieste ha battuto ai rigori 9-8 l’Orizzonte Catania.

Un risultato meritato, che ha ripagato il gruppo alabardato del tanto lavoro svolto in questa lunga e impegnativa stagione. «Grazie a tutti - dichiara Andrea Piccoli, che a causa della squalifica rimediata in semifinale ha seguito la partita dalla tribuna - al presidente e al direttore sportivo per la fiducia che ci hanno concesso. Un grazie alle ragazze e alle loro famiglie. Ci godiamo questo terzo posto, anche se ad essere sinceri visti i valori in campo ci va un po’ stretto. Bene così comunque. La squadra si è allenata tantissimo per conquistare questo risultato, siamo tutti felicissimi».

Soddisfatto il ds alabardato Andrea Brazzatti: «Un risultato fantastico che è ulteriore dimostrazione che il nostro settore giovanile è ormai costantemente ai massimi livelli in campo nazionale. La soddisfazione è doppia, perché abbiamo battuto una squadra guidata da due autentici monumenti della waterpolo femminile mondiale come Tania Di Mario e Martina Miceli. Complimenti ai nostri allenatori e bravissime le ragazze».

Come previsto è battaglia tra le orchette e la squadra siciliana. Jankovic sblocca dopo 2’30”’, l’Orizzonte però reagisce e ribalta la situazione con Spampinato e Marletta: 1-2 alla fine del primo periodo. La Pallanuoto Trieste gioca con grinta e lotta su tutti i palloni. Il pareggio alabardato arriva a 46”’ dal cambio di campo, autore capitan Jankovic (2-2). Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste mette la freccia e opera il sorpasso grazie alle reti di Marussi e Mancini: 4-2 a 7’ minuti dalla fine. Il Catania non ci sta e opera la rimonta, concretizzata da Giuffrida a 1’23”’ dalla sirena. Il match termina sul 4-4, si va ai tiri di rigore. Questa volta le orchette sono glaciali dai 5 metri, il pallone decisivo lo insacca Mancini. E poi è grande festa.

Pallanuoto Trieste-Orizzonte Catania 9-8 dopo i rigori (1-2; 1-0; 2-0; 0-2). Pallanuoto Trieste: Gregorutti, N. Renieri, Mancini 1, Sblattero, F. Lonza, Gant, Klatowski, Marussi 1, Pasquon, Spadoni, Jankovic 2, S. Renier, R. Apollonio, Zoch, A. Apollonio. All. I. Colautti

Orizzonte Catania: Paladino, Santoro, D. Spampinato 1, Leone, Giuffrida 2, Musso, Minerva, Scuderi, Indelicato, Marletta 1,
Pane, M. Spampinato, Santapaola. All. Di Mario

In campo maschile invece sconfitta per l'Italia nei quarti di finale del Mondiale Under 20 di Belgrado. Gli azzurrini sono stati superati dalla Serbia per 17-9. Di nuovo in gol Michele Mezzarobba, autore del momentaneo 5-4.



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista