Quotidiani locali

CANOTTAGGIO

Vigoriti dipinge la Nettuno di Tricolore

Agli Italiani del Lago di Varese vittoria nel singolo esordienti. Il remo rosa del Saturnia conquista 2 argenti e 2 bronzi

La Canottieri Nettuno ha vinto nel singolo esordienti, con Vigoriti, il primo e unico titolo italiano per la regione ai Campionati tricolori sul Lago di Varese.

Una stagione in crescendo per l'atleta di Luca De Marchi, al primo anno agonistico. Una finale tutta triestina, con Giovanni Mario Vigoriti outsider e il portacolori Saturnia Juan Antonio Riccardi dato per favorito alla vigilia. Sin dalla partenza era chiaro che sarebbe stata una sfida a due, con gli sculler triestini che prendevano l'iniziativa lasciando indietro gli avversari.

Al primo intertempo passava in vantaggio l'atleta della Nettuno in 3'38”50 con il Saturnia alle calcagna in 3'40”50, soli 2”: un vantaggio importante specie dal punto di vista psicologico ma recuperabile dall'inseguitore nella seconda frazione di gara. Il gioco di prue si alternava sui secondi 1.000 metri, con Vigoriti che teneva a distanza Riccardi, transitando per primo sul traguardo, relegando in seconda posizione l'avversario a 2”20.

Commenta Vigoriti: «È stata una grande gara. Mi sento soddisfatto di questo risultato e ringrazio i miei allenatori che mi hanno portato a un livello tale da consentirmi la vittoria. È stato particolarmente difficile ed emozionante il momento della sfida con Juan: abbiamo gareggiato testa a testa. Quando ho passato la linea del traguardo mi sono appagato». «Titolo - parole di coach De Marchi - piú che meritato per la Canottieri Nettuno 1904, ottenuto grazie a un lavoro intenso e certosino con i nostri equipaggi. Grande la soddisfazione di tutta la società, che ringrazio. Non nascondo l’emozione per il mio primo titolo da allenatore dopo le ultime medaglie importanti degli anni scorsi ma sempre a un passo da quella più prestigiosa». Rosa il remo del Saturnia che conquista 2 argenti e 2 bronzi.Il miglior risultato è senza dubbio quello del 4 di coppia under 23, di Andiloro, Molinaro, Pelloni e Millo: partiva da outsider e a cui sfuggiva il titolo per soli 1”05 dall'Aniene, con Millo e Molinaro bronzo anche nel doppio. 

Commenta Bea Millo: «Il 4 di coppia è stata una bellissima gara, reduci dal campionato assoluto sapevamo che potevamo dire la nostra anche tra le under23. L'Aniene imponeva subito il ritmo, seguita dalla Lario e poi noi, a metà gara, quando le comasche hanno avuto un imprevisto nella condotta di gara, abbiamo approfittato per staccarle e aumentare il passo sempre in crescendo fino alla fine, arrivando a ridosso delle prime a solo un secondo e mezzo». Un argento nel 4 di coppia ed un bronzo nel 4 senza invece nella categoria ragazze per Costa, Dorci, Ligotti e Zerboni, per due volte sul podio a pochissima distanza di tempo.

Risultati Oro: singolo esordienti Vigoriti (Nettuno). Argento: 4 di coppia under 23 femminile Andiloro, Molinaro, Pelloni, Millo (Saturnia); singolo esordienti Riccardi (Saturnia). Bronzo: 4 senza ragazze Costa, Zerboni, Ligotti, Dorci (Saturnia); doppio U23 f.Millo, Molinaro (Saturnia). 4°: singolo ragazze Corazza (Ausonia); 5°: doppio ragazze Smilovich, Premerl (Saturnia); doppio U23 pl f. Maltese, Gabrielli (Cmm); 4 di coppia U23 pl Natali, de Rogatis, Colognatti, Esposito (Saturnia); 6°: doppio ragazzi Fulginiti, Zuzek (Timavo);

Otto ragazzi Ceper, Corso, Savoldelli, Ventura, Benvenuti, Paoluzzi, Verrone A., Verrone L., timoniere Tommasini (Saturnia); singolo U23 pl f. Buttignon (Timavo); 7°: 2 senza ragazzi Verrone, Paoluzzi (Saturnia); 8°: doppio ragazze Bellotto, Grbec (Adria); singolo ragazzi Pipolo (Nettuno).

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics