Quotidiani locali

Vela, Carraro è tricolore nel 470. Marchesini-Fedel di bronzo

La triestina in forze all’Aeronautica conquista l’oro al campionato classi olimpiche davanti alla coppia Grignano-Sirena. Sul podio anche Spadoni, Coccoluto e Bressani

TRIESTE Sveva Carraro, triestina in acqua per l’Aeronautica Militare in coppia con Elena Berta, ha vinto il campionato italiano 470 femminile. È il miglior risultato made in Trieste al Cico 2017, chiuso al Porto turistico di Roma, organizzato dalla Fiv e da un pool di circoli romani, con trecento atleti al via nelle dieci classi olimpiche più il 2.4.

Da segnalare anche con grande favore, sempre in classe 470 femminile, il terzo posto delle triestine Maria Vittoria Marchesini e Cecilia Fedel (Svb Grignano e Tpk Sirena), guadagnato con intensità e grande entusiasmo. Buone notizie anche dalla classe Finn, dove la vittoria va all’olimpionico Giorgio Poggi, ma il triestino Alessio Spadoni (in forze all’Aniene) è secondo davanti a Filippo Baldassarri. Un secondo posto per Spadoni che conta anche due primi posti nella terza e quarta prova, e premia un andamento con vento forte decisamente positivo. Bronzo per Giovanni Coccoluto nella classe Laser Standard, preceduto da Francesco Marrai e Marco Gallo.

Nel Laser Radial, invece, partenza in salita per Francesca Clapcich, al suo “riesordio” dopo il quadrienno olimpico in 49er Fx: la triestina chiude in quarta posizione, e il podio va a Joyce Floridia (Fiamme Gialle), che ha preceduto l’olimpionica di Rio Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) e Valentina Balbi (Yc Italiano).

Lorenzo Bressani - dopo le complicate vicissitudini con l’abbandono della sua precedente prodiera - sceglie la giovane romana Cecilia Zorzi e chiude bronzo nel Nacra 17, dietro a Erica Ratti e Francesco Porro (Cv3v-Aniene), e Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma).

Titoli italiani anche per gli olimpionici di Rio Ruggero Tita e Pietro Zucchetti (Fiamme Gialle) nel 49er, per Maria Ottavia Raggio e Paola Bergamaschi (La Spezia-Garda Salò) nei 49er FX, e per Antonio Squizzato, azzurro alle Paralimpiadi brasiliane, nel Singolo 2.4 mR. Nel 470 maschile vittoria per Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare).

«Un Cico bellissimo e un successo incredibile da tutti i punti di vista: in acqua, a terra, per quanto riguarda l’aspetto sportivo, con battaglie serrate in diverse classi, e sociale, con tante persone che soprattutto nel weekend sono venute qui al Porto turistico

di Roma per guardare le regate e vivere il nostro sport in prima persona, da vicino, e magari capire che non si tratta di uno sport di élite, ma di una disciplina alla portata di tutti», così Francesco Ettorre, presidente della Fiv.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista