Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pallacanestro Trieste
Baldasso, crisi di crescita. Ma ora è il momento decisivo per il suo futuro
BASKET

Baldasso, crisi di crescita. Ma ora è il momento decisivo per il suo futuro

La giovane guardia deve fare il salto di qualità definitivo per tenere il passo di un'Alma che ha cambiato obiettivi e ha aspettative ambiziose

TRIESTE Cosa sta succedendo a Lorenzo Baldasso? Perchè quest’anno è l’ombra del giocatore della scorsa stagione? È vero, ha avuto un pre-stagione travagliato con il recupero da un intervento chirurgico prima e un infortunio alla spalla quando era appena rientrato in squadra. Ci poteva stare un periodo non brillante, perchè doveva di fatto rifare la preparazione. Però dal suo rientro in campo sono passati 4 mesi e il recupero fisico-atletico ormai dovrebbe essere ultimato. «Non sto giocando bene - conferma il giocatore - di questo sono consapevole. Mi chiedo anche io perchè e non riesco a trovare una risposta. Mi alleno con continuità e nel corso degli allenamenti le cose mi riescono. In partita è certamente diverso e questo mi fa arrabbiare».
 
Il tecnico Eugenio Dalmasson fornisce una realistica chiave di lettura: «Un conto è fare lo specialista in squadra che deve salvarsi, altro giocare in una squadra di vertice. Le aspettative sono aumentate e lui, come altri, forse non è ancora pronto dal punto di vista mentale a fare il salto di qualità importante. Giocare per vincere o per essere protagonisti è una cosa molto impegnativa, e richiede una preparazione caratteriale, oltre che fisica e tattica. Secondo me Lollo il suo limite non lo conosce
ancora. Deve imparare a giocarci sempre, a quel limite, ma non conoscendolo ancora non riesce a farlo».
 
Dunque una crisi di crescita, quella delicata fase nella quale un giovane di talento o diventa un giocatore vero o resta definitivamente nel limbo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista