Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pallacanestro Trieste
Alma, Pecile non cerca alibi per lo stop a Ravenna e già pensa a Forlì
BASKET

Alma, Pecile non cerca alibi per lo stop a Ravenna e già pensa a Forlì

"Sunshine" è chiaro: "Sabato abbiamo perso perchè i nostri avversari sono stati più bravi di noi. E domenica prossima dovremo stare attenti: la trasferta sarà difficilissima, dovremo sostenere una battaglia"

TRIESTE «Non cerchiamo alibi, a Ravenna non hanno inciso le assenze e neppure la stanchezza. Semplicemente i nostri avversari sono stati più bravi di noi». Andrea Pecile non considera neppure l'idea di cercare attenuanti per la sconfitta di sabato scorso in Romagna. Battuta d’arresto che interrompe la lunga striscia positiva dei biancorossi ma che non ridimensiona il ruolo di Trieste nel campionato. «Non lo ridimensiona - continua il Pec - perchè siamo andati a sfidare la quarta in classifica in casa sua e per buona parte della partita abbiamo controllato la sfida imponendo il nostro gioco. In un campionato come questo, però, per vincere in trasferta devi essere perfetto per quaranta minuti e noi non lo siamo stati. Abbiamo giocato una partita discreta, ma non è bastato».

Archiviata la sfida contro Ravenna si pensa già alla prossima trasferta. Che sarà terribilmente difficile considerando il fatto che, a Forlì, l'Alma troverà un’avversaria affamata di punti. "Sarà tutto l’ambiente a rendere difficile la trasferta. Forlì
è una piazza calda e appassionata che porta cinquemila persone al palazzo. In più, visto lo storico gemellaggio tra la nostra e la loro tifoseria, ci sarà un clima di festa che per noi potrebbe essere pericoloso. Giochiamo contro l'ultima in classifica ma, attenzione, sarà una battaglia».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista