Quotidiani locali

Vai alla pagina su Triestina calcio
Unione, obiettivo prima vittoria al Rocco

Triestina

triestina

Unione, obiettivo prima vittoria al Rocco

Dopo le amichevoli e la Coppa Italia oggi dalle 15 si fa sul serio. Coreografia speciale organizzata dalla curva Furlan

TRIESTE. Si parte. Dopo un'estate di totale ricostruzione che ha visto rinascere l'alabarda all'insegna del nuovo corso Milanese-Biasin, con una società finalmente organizzata e una rosa ambiziosa e competitiva, per la Triestina scocca finalmente l'ora del campionato. Dopo l'antipasto di amichevoli e Coppa Italia, da adesso infatti si fa sul serio e si lotta per i tre punti.

Oggi al Rocco (inizio ore 15, arbitra Maninetti di Lovere), per il suo debutto l'Unione ospita l'Eclisse Carenipievigina, una neopromossa solida il cui obiettivo è ovviamente la salvezza. Si tratterà comunque subito di un buon banco di prova per la Triestina, che presumibilmente al Rocco, soprattutto in sfide con avversarie di seconda fascia, si troverà di fronte squadre chiuse e ben abbottonate, attente a non concedere troppi spazi.

La squadra di Andreucci dunque dovrà essere incisiva ma anche paziente, conscia che si troverà di fronte in Villanova un portiere da categoria superiore. Sarà anche l'ora x per i tifosi, che dovranno dimostrare di abbracciare senza remore il nuovo corso: giusto per iniziare, oggi la Curva Furlan ha organizzato una spettacolare coreografia con bandierone e palloncini.

Per quanto riguarda le vicende del campo, l'assenza di Langwa "Zoom" per problemi burocratici ha un po' scombinato le carte, la società sta correndo ai ripari ma intanto almeno oggi Andreucci dovrà affidarsi a un terzino sinistro giovanissimo, classe 1999: per riempire la casella, Pizzul sembra favorito su Brandmayr. L'unica altra assenza sarà quella di Frulla, che deve scontare una giornata di squalifica, per il resto il mister ha tutti a disposizione per schierare, almeno inizialmente, il suo 4-3-1-2.

Ieri mattina nella rifinitura al Rocco ha ruotato tutti gli elementi, mescolando più volte le carte. Per l'undici iniziale bisogna affidarsi alle sensazioni. In porta ci sarà Voltolini, mentre la coppia centrale per questo esordio potrebbe essere formata da Leonarduzzi e Marchiori, ma Aquaro è ancora in corsa. A destra il montenegrino Bajic e a sinistra il citato Pizzul, chiamato a vincere l'emozione di un esordio ufficiale a 17 anni con la maglia alabardata. A centrocampo Andreucci si affiderà alla regia di Cecchi: il toscano, che ha vinto due campionati di D con Pistoiese e Cuneo, ha avuto un precampionato un po' travagliato a livello fisico, ma ora è pronto per prendere in mano le chiavi del gioco alabardato.

Estate con qualche acciacco anche per Corteggiano, ma anche lui ora sta bene ed è pronto a regalare velocità e aggressività sulla zona sinistra di centrocampo. Il settore potrebbe essere completato dall'under moldavo Turea, giocatore più offensivo di quel Carraro che è spesso partito titolare nella preseason. E poi ovviamente il trio d'attacco: Serafini sulla trequarti non si discute, i suoi tocchi di classe devono sprigionare estro e inventiva per le due punte, che in questa occasione

dovrebbero essere França e Bradaschia.

Quest'ultimo infatti in precampionato è apparso fisicamente il più in palla di tutto nel settore offensivo, per cui Dos Santos potrebbe partire dalla panchina. Obiettivo scontato, la vittoria e i primi tre punti. Buon campionato a tutti.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro