Quotidiani locali

Timavo, l’obiettivo è la maglia azzurra

Canottaggio, con le regate di domenica a San Giorgio di Nogaro scatta la stagione 2015

MONFALCONE. E’ l’azzurro Italia l’obiettivo 2015 della Canottieri Timavo, che domenica a San Giorgio di Nogaro, nella prima regata regionale, inaugurerà la stagione 2015.

Dopo la scorpacciata di titoli del 2014 (7 tricolori, 22 regionali, numerosi argenti e bronzi nazionali), il tecnico Claudio Cristin, nominato dai colleghi delle società regionali miglior allenatore del Friuli Venezia Giulia per l’annata passata, punterà sullo sviluppo individuale degli atleti. «I migliori atleti sono tutti al secondo anno nelle rispettive categorie, e dunque hanno le carte in regola per una convocazione nelle nazionali di categoria – conferma Cristin –. Soprattutto nella prima parte dell’anno, farcita di prove selettive nazionali a partire da quelle di Piediluco, cercheremo di lavorare sugli atleti per metterli in condizione di giocarsi l’azzurro ai raduni e ai test federali. Sacrificheremo qualche successo di squadra, ma è giusto così. Lo scorso anno è stato fantastico, ma è mancata la ciliegina di una convocazione in Nazionale. Quest’anno la vogliamo».

Poche novità nella squadra biancoblù, che comprende 20 atleti. Matteo Romano sarà la bandiera nei Senior, senza però Leo Cernic (2 titoli italiani nel 2014 in doppio con Romano), trasferitosi a Lubiana per motivi di studio. Riecco però Enrica Locci, di rientro da Padova dove lo scorso anno ha studiato gareggiando con la locale Canottieri. Conferma in blocco per la squadra Junior, quella con più potenzialità azzurre: nuovamente in acqua i gemelli Centazzo, Rusconi e Maiello nel maschile, Sansa, Tomasini, Buttignon, Leghissa, Furlan, Domini e le sorelle Lise nel femminile. Proprio le ragazze, con il 4 di coppia formato da Alice Sansa, Majkol Tomasini, Stefania Buttignon e Carlotta Leghissa sono state protagoniste della stagione dedicata al fondo, con uno splendido argento ai Tricolori di Pisa. «Un raggio di sole in un inverno per noi complicato – riconosce il tecnico di via Agraria –: abbiamo avuto a lungo l’infermeria piena. La preparazione è stata discontinua e non sono tutti allo stesso livello di forma, come hanno dimostrato i tricolori di remoergometro dove non siamo andati bene. Dovremo raggiungere il top per la prima nazionale a Piediluco del 29

marzo».

Confermato come ds della sezione canottaggio Bruno Pacchialat, così come lo staff che si occuperà del gruppo Allievi e Cadetti, affidato a Roberto Delise e a Michele Brugnera. I Tricolori Ragazzi e Under 23 in programma a giugno, Assoluti e Junior a settembre.

Michele Neri

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon