Quotidiani locali

Triestina contro il Tamai per il primo successo

Utima partita dell’anno al Rocco contro un’avversaria attrezzata e ostica Ferazzoli cambia il fronte offensivo, mette Arvia a centrocampo. Dubbio Di Piero

TRIESTE. L’obiettivo della Triestina è sempre lo stesso: cogliere finalmente la prima vittoria di questo campionato. E quella odierna è anche l’ultima possibilità del 2014 di farlo davanti ai propri tifosi, visto che prima delle festività natalizie l’Unione giocherà due trasferte (Fontanafredda e Mori S. Stefano). Rispetto alle ultime partite, l’avversario però sembra molto più ostico: il Tamai che arriva oggi al Rocco (inizio ore 14.30, arbitra Dalla Palma di Milano) sta facendo infatti un buon campionato e veleggia a 22 punti, al sesto posto in classifica. Un abisso separa le due squadre, ma a parte il fatto che l’Unione ha dimostrato di saper strappare punti anche a squadre come Clodiense e Padova, c’è anche qualche ulteriore elemento in più in casa alabardata per essere fiduciosi in vista della sfida odierna. Innanzitutto la Triestina viene da tre risultati utili consecutivi e nonostante siano stati solamente pareggi, questo è il segnale di una sempre maggior compattezza. Poi c’è il fatto che Ferazzoli sta iniziando finalmente ad avere un reparto offensivo con buone armi a disposizione: dopo Milicevic e Clara (quest’ultimo però ancora ad autonomia limitata), da oggi si potrà contare anche su un bomber di razza come Daniele Rocco, che negli ultimi anni fra Eccellenza e serie D ha segnato grappoli di reti. Inoltre c’è il recupero di altri due elementi importanti assenti da molto tempo causa infortuni, ovvero Arvia e Ventura. Quest’ultimo tra l’altro permette di sopperire all’allarme under, visto che Crosato e Giordano sono fermi ai box per acciacchi vari (come del resto Fiore). Destano qualche preoccupazione anche le condizioni di Di Piero, che ieri in allenamento ha sentito un forte dolore nella zona della caviglia: il portiere comunque è stato convocato e si spera di recuperarlo, altrimenti toccherà a Zucca. E allora, miscelando il tutto e sfruttando nuovi arrivi e recuperi, Ferazzoli è pronto a ritornare al 4-3-3 e a sfornare una formazione inedita. In difesa la coppia centrale dovrebbe essere formata da Piscopo e Antonelli, con a sinistra Celli e a destra Ventura: quest’ultimo dopo l’infortunio era già rientrato con la Juniores e ora è pronto per il ritorno in prima squadra. A centrocampo si va verso un terzetto composto dal rientrante Giorgino (a Dro era squalificato), Proia e l’altro rientrante Arvia, che ha finalmente superato i problemi muscolari che l’hanno attanagliato nelle

ultime settimane. In avanti spazio ovviamente al neoarrivato Daniele Rocco al centro, con il supporto a destra di Milicevic e a sinistra di Pontrelli, che sarà l’altro under in campo. Di riserva, come under, restano in panchina Nuzzi e Pennicchi, impegnato fra l’altro ieri con la Juniores.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro