Menu

L’Ufm punta al primo posto Il Terzo cerca il ripescaggio

Nella giornata di Coppa Italia la Juventina è chiamata a un exploit contro l’Ism L’Isonzo San Pier affronta la Pro Romans/Medea. Due derby “tosti” nella Bassa

MONFALCONE. Ancora un giro di ricognizione prima della gara vera e propria: la terza giornata di Coppa Italia è l'ultimo test in vista del campionato. Qualificazioni poco più che scontate (passano le prime dei dodici raggruppamenti più le quattro migliori classificate) per le big, stasera in molti daranno spazio alle seconde linee o lanceranno re qualche fuoriquota.

L'Ufm Monfalcone, a meno di impensabili cataclismi, festeggerà il primo posto nel gruppo M sul rettangolo di Santa Croce, Vesna permettendo. In città l'entusiasmo per i biancazzurri cresce di pari passo alla curiosità che ha accompagnato tutta l'estate monfalconese: che fine farà Rocco?

«Una situazione imbarazzante, è stata una gestione assurda dell'intera faccenda e non per colpa dell'Ufm. Daniele Rocco resta un nostro tesserato - spiega il presidente Andrea Brugnolo - e se vorrà andarsene veramente proveremo ad accontentarlo. Non commento il comportamento di chi l'ha lusingato così a lungo tempo per poi lasciarlo al suo destino (il PortogruaroSummaga, ndr). Intanto proveremo a risolvere la questione Gabrieli con la Pro Gorizia, di sicuro entro domenica arriverà qualcuno». Stasera intanto Zoratti farà rifiatare qualche titolare.

Il Terzo sarà impegnato in casa del fanalino Trieste Calcio: i rinnovati rossoblu affidati a Verri (ha preso il timone dato inizialmente a Dorino Furlan) proveranno a raggiungere quota sei per un eventuale ripescaggio.

Stessa graduatoria nel girone L con l'Ism di Franti a guardare tutti dall'alto verso il basso. Murra e la sua Juventina (un precampionato “devastante” con un'unica stecca domenica scorsa a San Pier) sono chiamati all'exploit contro una compagine di categoria superiore.

La Pro Romans/Medea è ancora un cantiere aperto, l'Isonzo San Pier proverà ad approffittarne: ai biancazzurri ospiti mancherà Zonta, mister Trentin testerà qualche '95 (Furlanut e Bragagnolo vanno già da un anno in prima squadra) e proverà qualche nuova soluzione tattica.

La neopromossa (in Eccellenza) Cjarlins/Muzane ha già dato segnali i del suo spessore: l'armata di Peressoni (sei punti, otto reti fatte e una subita) vuol far suo pure il derby con la Maranese di Barel (l'altro incontro del raggruppamento I è Flumignano-Sevegliano), sfida sentitissima nella Bassa.

Altro derby tosto quello tra la Pro Cervignano

e il Torviscosa, entrambe a quota tre in un girone (H) dominato dal Rivignano che riceve il Varmo. L'equilibrio regna nel gruppo C con Lignano (trasferta a Pravisdomini) e l'E.Brian (contro la Spal Cordovado) a condurre con quattro punti contro i tre della Spal.

Matteo Marega

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro