Quotidiani locali

Triestina: Fantinel indagato, distratti 4 milioni

L’ex presidente accusato anche di false fatturazioni. Alla società della sorella 540 mila euro

TRIESTE. Un fiume di denaro. Quasi 4 milioni di euro. Una cifra che praticamente ammonta a quasi la metà della voragine che ha provocato il crac della Triestina. Sono usciti durante la presidenza di Stefano Fantinel dalle casse della società alabardata e finiti in parte all’estero e in parte nei conti correnti di un’azienda di trasporti, la Punto Logistica e Distribuzione di cui è legale rappresentante Maria Elena Barbara Fantinel, sorella minore dell’ex presidente. Altri soldi sono finiti in Ungheria nelle casse di una fabbrica di materiali plastici, la Rexam Kft e altri ancora a una società inglese, la Narita Ltd ora difficimente rintracciabile. Fatture pagate sull’unghia dalla Triestina aventi per oggetto le competenze per trasferimenti di calciatori onorate da Fantinel oltre a quelle relative alle prestazioni degli agenti.

Da ieri l’ex presidente della Triestina è indagato dal pm Federico Frezza per distrazione, ma anche per le false fatture relative alle operazioni. Quei soldi infatti avrebbero potuto essere ossigeno per la sopravvivenza della società alabardata che ora è invece fallita.

Ieri mattina su ordine del pm Frezza i militari del nucleo di polizia tributaria hanno perquisito l’abitazione di Fantinel a San Daniele del Friuli e a Spilimbergo e a Tauriano gli uffici delle società che fanno parte del gruppo della famiglia.

Il primo filone di questa indagine collegata al fallimento della Triestina Calcio Spa è quello relativo alla Punto Logistica Distribuzione, come detto, amministrata dalla sorella di Fantinel. E alla Punto Logistica Distribuzione nel settembre 2009 sono arrivati 540mila euro della Triestina. In particolare 240mila per il trasferimento di Marko Stankovic che all’epoca era stato definito come «l’uomo giusto da piazzare alle spalle della prima punta». Altri 300mila euro erano stati pagati in famiglia sempre per il trasferimento di Edmund Hottor, ghanese poi venduto al Milan.

Il secondo filone riguarda la società ungherese Rexan che fa riferimento a una fabbrica di materiale plastico. Hanno varcato il confine un milione 200mila euro per l’acquisto dell’attaccante italo uruguaiano Matteo Figoli Martinez poi ceduto per appena 50mila euro. Altri 450 mila euro sono stati pagati sempre alla fabbrica ungherese con riferimento “all’acquisto” di Lucas Longoni giunto da Catanzaro ma rimasto svincolato dopo il fallimento dell'Arezzo e dunque gratis. Poi congedato per non aver dimostrato di essere ancora pronto per disputare un campionato cadetto di buon livello. Un altro bonifico da 200mila euro sempre a favore della Rexan era stato versato per la cessione del giocatore Olivotto della Sandanielese, società di cui è presidente lo stesso Fantinel. Ma dai documenti del fallimento è risultato che la cessione era a titolo gratuito.

Il terzo capitolo è quello relativo ai versamenti alla società inglese Narita Ltd, sempre per mediazioni e consulenze. Un contratto è quello di Nngulet Foe Yannick, punta senegalese con passaporto francese che ha giocato con la primavera alabardata. Nell’agosto 2006 la società inglese aveva incassato per lui 400mila euro. Stessa storia e stessa somma per l’uruguaiano Leandro De Los Santos, classe 1989 per il quale, come ha rilevato il pm Frezza, la somma è del tutto spropositata rispetto al costo reale del giocatore.

Altro filone è quello della Cp&P Management, anche questa una società inglese. Nel luglio 2009 la Triestina ha versato 400mila euro con riferimento all’acquisto del difensore Rocco Sabato che era anche svincolato. Infine c’è il versamento di 250mila euro a favore della società portoghese Mondofutebol. Ma in questo caso la causale è diversa. I soldi sono stati pagati per convincere alcuni giocatori della Triestina a rescindere il loro contratto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Il Piccolo
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.