Quotidiani locali

La capolista Isonzo travolge il Villesse

SAN PIER L’Isonzo compie interamente il suo dovere regolando con un classico 2-0 il fanalino di coda Villesse. Vittoria maturata già nel primo tempo e che avrebbe potuto essere più ampia viste le...

SAN PIER

L’Isonzo compie interamente il suo dovere regolando con un classico 2-0 il fanalino di coda Villesse. Vittoria maturata già nel primo tempo e che avrebbe potuto essere più ampia viste le diverse occasioni fallite dagli avanti locali. Tre punti importanti sia per mantenere la testa della classifica sia per una maggiore tranquillità in vista dello scontro diretto con il Primorec di domenica prossima.

Il Villesse, invece, si è rivelato davvero poca cosa soprattutto mister Sciarrone dovrà lavorare sulla mentalità per giocarsi le residue ciance di salvezza con ben altro spirito e determinazione.

Subito in avvio al 3° Rampino fa filtrare un’invitante pallone per biondo che davanti al portiere cincischia un po’ troppo ed allisi è bravo a gettarsi sui piedi bloccando la sfera. Al 6° cross di Trentin per Gismano che da buona posizione sfiora il palo. All’8° perentoria discesa sulla fascia sinistra di Esposito con conseguente cross forte e teso sul quale Steffè nel tentativo di liberare mette la palla alle spalle di Allisi.

Passa un solo minuto e Biondo trova libero Trentin che sull’uscita di Allisi mette a fil di palo. Al 20° scatta male la trappola del fuorigioco dando modo a Satti di involarsi sulla destra con assist per l’accorrente Biondo che da pochi passi spinge il pallone in rete. Al 32° Satti potrebbe triplicare ma solo davanti ad Allisi batte di potenza ma sbaglia la mira mettendo sull’esterno della rete. Al 40° l’unico lampo del Villesse con l’isolato Pellaschiar che scarica un gran diagonale sul quale Paduani è costretto a deviare in angolo con difficoltà.

Nella ripresa l’Isonzo, pago del risultato pensa soprattutto a gestire il gioco senza scoprirsi mentre gli ospiti non trovano

la forza per cercare di riaprire la gara. Poche pertanto le emozioni con il match che si trascina stancamente alla fine. L’unico brivido per la porta di Paduani giunge al 37 quando Novati dopo un batti e ribatti in area calcia a rete ma sfiora la traversa.

Nicola Tempesta

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro