Quotidiani locali

Roma, presi i due malviventi che hanno forzato il posto di blocco: nella sparatoria ferite dai carabinieri due passanti

Madre e figlia in quel momento stavano transitando su uno scooter. Non sono in pericolo di vita

ROMA. Sono stati arrestati i due uomini a bordo dell'auto che la sera del 16 marzo non si è fermata all'alt e ha cercato di investire due militari in zona Monteverde. L'accusa è di tentato omicidio in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di due nomadi di origine napoletane, di 22 e 23 anni, con precedenti per truffa ed estorsioni. Rintracciata l'auto su cui viaggiavano, che è stata sequestrata. Avrebbero tentato di investire prima un carabiniere in divisa che gli ha intimato l'alt e poi un altro in borghese che ha cercato di fermarli e ha poi esploso un colpo che ha ferito madre e figlia a bordo che stavano transitando in scooter.

Roma, carabiniere in borghese spara in strada e ferisce due passanti Non è ancora chiara la dinamica della sparatoria avvenuta intorno alle 18.30 in via Ozanam a Monteverde. Due donne - madre e figlia - sono rimaste ferite da un colpo di pistola esploso da un carabiniere che stava effettuando un posto di blocco. Il militare ha sparato quando una vettura, a cui era stato imposto l'alt, non si è fermata e ha tentato di investirlo. Le due donne erano su uno scooter che passava in quel momento. Ora si cerca l'automobile che è riuscita a fuggire, facendo perdere le sue tracce. Sono immediatamente scattate le ricerche non solo nel quartiere Monteverde, ma in tutta la Capitale. Posti di blocco e accurati controlli sono stati disposti in molti quartieri della città.di Cristina Pantaleoni

Le due donne sono state subito soccorse dagli stessi militari della pattuglia e trasportate in ospedale, dove le loro condizioni non sono giudicate gravi.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik