Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 15 febbraio 2018

L'operaio di 39 anni morto a Pisa mentre stava svolgendo il proprio lavoro. Il primo negozio di cannabis-light a Padova. Celeste, la giovane trevigiana che canta la violenza sessuale subita a 16 anni. Ecco le notizie dai quotidiani locali del Gruppo Gedi

Uccide l'ex moglie, prima della condanna per stalking disse: «La pagherai cara»
Livorno. Il femmincidio in uno studio dentistico di piazza Attias: vittima una donna di 45 anni, assistente in quello studio. È stata ferita a morte dalle coltellate dell'ex marito, Massimiliano Bagnoli, geometra 44 anni, era stato ai domiciliari. A Natale aveva detto a un’amica: «Sono rimasto solo». (Tirreno)

Ragazzina spogliata e filmata: 3 denunce
Carpi. Il video circola da mesi, senza sosta. È stato girato nel settembre scorso, durante quella che doveva essere una serata tra amici. La ragazzina era ubriaca. Un'amica le abbassa la gonna in strada, uno fa il "regista" e l'altro condivide il video sul web. Tutti minorenni. Denunciati i tre giovani. (Gazzetta di Modena)

Neo papà s’inventa spacciatore per fame
Reggio Emilia. Sul tettuccio della propria auto stava confezionando in bella vista delle dosi da vendere . Il ragazzo, uno stagista 19enne diventato da poco papà, ha detto ai militari di volersi dedicare alla vendita di droga per poter mantenere la famiglia. (Gazzetta di Reggio)

Operaio muore a 39 anni dopo la caduta dal ponteggio
Pisa. Alessandro Colombini, operaio di 39 anni, è morto nella notte per le ferite riportate nella caduta da un ponteggio in un cantiere navale ai Navicelli, quello della Seven Stars. Fatale la caduta da oltre una decina di metri. (Tirreno)

Le lettere solo a giorni alterni
Mantova. Torna d’attualità il recapito a giorni alterni della posta in 52 dei 66 Comuni mantovani. Fallito due anni fa, il nuovo sistema riemerge grazie all’ipotesi d’accordo raggiunta tra Poste italiane e Cgil, Cisl e Uil; questa volta, però, in un quadro di investimenti previsti che consentiranno di ricevere tutti i giorni raccomandate, pacchi dell’e-commerce e giornali. (Gazzetta di Mantova)

Padova. Apre il primo negozio di cannabis light
Padova. In via Battisti un punto vendita di derivati di marijuana acquistabili senza ricetta: olii, pomate, té a scopo medicinale. Lo gestirà Luigi Artiano, residente a Noventa, che ha frequentato a lungo in Olanda una scuola-college specializzata in produzione e commercializzazione di cannabis medicinale. (Mattino di Padova)

Gioca 2 euro e vince tremila euro al mese per 20 anni
Padova. Martedì grasso la dea bendata ha fatto tappa lungo la strada dei colli, a Tencarola, dove alla tabaccheria cartoleria “Carto Gioca” sono stati vinti 3.000 euro al mese per vent’anni con una giocata online da 2 euro del gioco della rendita Win for life classico. (Mattino di Padova)

«Vittima di violenze, canto per le donne»
Treviso. La drammatica storia di Celeste in una canzone che squarcia il silenzio: «Ero minorenne, quell'uomo di mi ha distrutta». Celeste oggi ha ventun anni. Montebellunese, talento vocale raro, già allieva della "Art voice academy", è stata finalista all'Arena di Verona del Festivalshow. (Tribuna di Treviso)

La sfida di Martina antiquaria trentenne tra web e testi antichi
Trieste. In via Rismondo ha aperto la nuova libreria Zuckerman. L’offerta è dedicata a volumi rari, esauriti e d’occasione. A gestire l'attività Martina Trevisan, trent’anni, un sorriso aperto e lo slang di chi smanetta sui social tra eBay, blog e Facebook. (Piccolo)

Kennyrandom, tutti pazzi per i suoi regali di San Valentino
Padova. L'artista padovano KennyRandom ha stupito tutta la città con un edizione tutta speciale del suo ormai consueto "The Gift". Il filo conduttore è sempre lo stesso: Kenny nasconde le sue opere in qualche angolo della città, se le trovi diventano tue. E tutte le volte centinaia e centinaia di padovani di tutte le età si mobilitano per scovarle. (Mattino di Padova)

«Noi, residenti all’estero, non possiamo votare»
Padova. Entro il 14 febbraio (ieri) i residenti all'estero avrebbero dovuto ricevere il plico elettorale per le elezioni del 4 marzo, eppure così non è stato. O almeno non per tutti. Una padovana a Bruxelles: «Non ho ricevuto il plico elettorale, è la seconda volta». (Mattino di Padova)

Nata in Romania e vive a Sacile, suo nonno era di Caneva "ma l'Italia non mi vuole"
Udine. Dal

1995 vive a Sacile, ma la cittadinanza non arriva: Carina Cesa Sava, presidente della comunità di 400 romeni ha radici familiari a Caneva, ma per lo Stato è un’immigrata. Una “straniera” con i nonni paterni italiani. Ora vuole scrivere al Presidente Mattarella. (Messaggero Veneto)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro