Quotidiani locali

Ostia al via voto,183 seggi aperti fino alle 23

A sfidarsi per la poltrona di mini-sindaco del litorale romano sono due donne: Giuliana Di Pillo, del Movimento 5 Stelle, e Monica Picca, in corsa per il centrodestra

ROMA. Al via la consultazione elettorale nel X municipio di Ostia che oggi sceglierà il suo nuovo presidente. A sfidarsi per la poltrona di mini-sindaco del litorale romano sono due donne: Giuliana Di Pillo, del Movimento 5 Stelle, e Monica Picca, in corsa per il centrodestra.

Ostia, piazza piena contro mafia e violenza: "Il cambiamento passa da tutti noi" Manifestazione in centro a Ostia organizzata da Fnsi e Libera contro la mafia e contro le intimidazioni ai giornalisti dopo violenta la testata che Roberto Spada ha dato al cronista di Rai 2 Daniele Piervincenzi. Molti i rappresentanti delle istituzioni presenti, dalla presidente della Camera Laura Boldrini alla sindaca della Capitale Virginia Raggi. "Se qualcuno mi avesse mai chiesto 'come vedi l'inizio della tua libertà', avrei risposto 'così, con una piazza piena'. Oggi sono davvero contenta", afferma la cronista di Repubblica Federica Angeli che da anni vive sotto scorta. "Finalmente tutti hanno capito la violenza di queste famiglie, ora i riflettori non si spegneranno più", aggiunge.

Le urne, aperte alle sette, chiuderanno alle 23. I 183 seggi, dopo l'aggressione ad un giornalista, che ha portato all'arresto di Roberto Spada, saranno vigilati anche da agenti in borghese, con le forze dell'ordine impegnate a tutto campo per garantire la regolarità del voto e evitare "condizionamenti". Sono chiamati al voto 185.661 cittadini residenti nel X municipio di Roma: 96.179 donne e 88.862 uomini. L'ex circoscrizione esce da circa due anni di commissariamento per infiltrazioni criminali.

Ostia, il consigliere di Casapound: "I cortei contro la mafia non servono a nulla" Luca Marsella, appena eletto consigliere al Municipio X di Roma tra le fila di Casapound, interviene a Genova a margine di "Alla vittoria. Casapound Italia in marcia verso il Parlamento", incontro che lancia il vicepresidente del movimento Simone di Stefano verso la candidatura a premier alle prossime elezioni politiche. E torna sul caso Ostia e sul sostegno a Casapound da parte di Roberto Spada - fratello del boss Carmine e autore dell'aggressione a una troupe Rai - ribadendo la lontananza tra Casapound e la criminalità. Se non fosse opportuno allora essere in piazza ad Ostia alla manifestazione contro la mafia per rimarcare le distanze? "Non siamo stati invitati, e comunque i cortei non servono a nulla, non è con le fiaccolate che si combatte la mafia"Servizio di Giulia Destefanis

A guidarla fino ad oggi è stata una commissione prefettizia presieduta da Domenico Vulpiani. Al primo turno ha votato il 36,1% degli aventi diritto: Di Pillo, che il 5 novembre ha incassato il 30,21% delle preferenze, ha votato al seggio elettorale dei via Delle Rande; Picca, che corre sostenuta da FdI, Lega e Forza Italia e il 5 novembre ha raggiunto il 26,68% dei consensi, ha votato in via Telemaco Signorini, ad Acilia.

leggi anche:

A mezzogiorno hanno votato per il ballottaggio che sceglierà la nuova presidente del municipio X, quello di Ostia, l'8,6% degli aventi diritto, ovvero 15.968 cittadini. Rispetto alla stessa ora del primo turno del 5 novembre, quando l'affluenza era stata del 10,89%, si registrano 4.255 votanti in meno. Il 5 novembre alle 12 si erano recate alle urne, infatti, 20.223 persone.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista