Quotidiani locali

Virginia: scontri a manifestazione suprematisti bianchi, 3 morti

Incidenti a Charlottesville contro rimozione statua generale Lee. Fbi apre indagine

Virginia, auto si lancia sulla folla: il momento dello schianto I video da Twitter documentano il momento in cui la macchina grigia piomba sui manifestanti antirazzisti per poi scappare in retromarcia. Stando a quanto riportano le autorità locali ancora incerto il numero dei feritiTwitter/S.Jahn

Tre morti e oltre 35 feriti. È il bilancio degli scontri avvenuti sabato 12 agosto 2017 a Charlottesville, cittadina della Virginia. Un'auto è piombata sul corteo antirazzista, organizzato per manifestare contro la protesta dei suprematisti bianchi, uccidendo una donna di 32 anni che stava attraversando la strada. Un elicottero della polizia, con due agenti a bordo che stavano presidiando la zona, si è invece schiantato al suolo. Tutto è nato dalla protesta dei suprematisti bianchi contro la rimozione di un statua del generale Lee da un parco. Polemica su Trump per il ritardo nel messaggio di condanna. Nelle sue parole nessun riferimento ai suprematisti bianchi e all'estrema destra.

Virginia, vessilli nazisti e sudisti: scende di guerriglia al corteo dei suprematisti bianchi Continuano gli scontri scoppiati nella notte a Charlottesville tra suprematisti bianchi (anche neonazisti e KKK)e i loro oppositori. Molti manifestanti si sono presentati armati (cosa non vietata nello stato statunitense). La manifestazione iniziata per denunciare la decisione di eliminare la statua del generale sudista e schiavista Robert E Lee dal centro della città, è degenerata in una serie di tafferugli che preoccupano le autorità, tanto che il paese del sud ha dichiarato lo stato d'emergenza

Il governatore, Terry McAuliffe, ha proclamato lo stato d'emergenza nella città e messo in preallarme la guardia nazionale. "Andatevene: nazisti e suprematisti bianchi non sono i benvenuti in Virginia. Non c'è posto per voi qui", ha poi affermato il governatore. "Vergognatevi, non siete dei patrioti", aggiunge, riferendosi agli scontri durante la manifestazione di suprematisti bianchi.

Virginia, auto sulla folla dei manifestanti anti suprematisti Nelle immagini gli attimi di concitazione seguiti allo schianto di un'auto grigia contro alcuni manifestanti anti suprematisti a Charlotteville, in Virginia.Ancora incerto il numero dei feriti e l'esatta dinamica di quanto accaduto. Nelle ultime ore la città è al centro di forti tensioni tra sostenitori del suprematismo bianco e i loro oppositori tanto da spingere il governatore dello stato a dichiarare l'emergenzavideo Twitter di A. Rubinstein


"Sono andate perse delle vite. Chiedo a tutti di andare a casa", ha detto Michael Signer, sindaco di Charlottesville. Il consiglio comunale ha deciso di proclamare il coprifuoco in tutta la città.

Il conducente dell'auto, che dopo l'investimento era fuggito in retromarcia, è stato fermato poco più tardi dalla polizia. Si tratta di un ventenne, James Alex Fields Jr, ed è di Maumee, in Ohio. E' stato poi dichiarato in arresto con l'accusa di omicidio volontario. Altre tre persone sono state arrestate in relazione agli scontri. La polizia ha fermato Troy Dunigan, 21enne di Chattanooga (Tennessee) con l'accusa di turbativa della quiete pubblica, Jacob L. Smith, 21enne di Louisa (Virginia) per violenza e percosse e James M. O'Brien, 44enne di Gainesville (Florida) per avere con sé una pistola

Donald Trump condanna le violenza a Charlottesville. "Non c'e' posto per questo tipo di violenza in America" twitta il presidente degli Stati Uniti, chiedendo a tutti di "unirsi e condannare l'odio". Parole ritenute troppo deboli secondo diversi esponenti democratici, a iniziare dal fatto che Trump non cita espressamente i suprematisti.

Durante una conferenza stampa, il presidente incalzato dai giornalisti sui suprematisti lascia la sala.

Scontri in Virginia, Trump non risponde alle domande sui suprematisti bianchi Polemiche per le parole di condanna non esplicitamente dirette contro i suprematisti bianchi del presidente americano Donald Trump dopo le violenze di Charlottesville, in Virginia. "Lei vuole l'appoggio dei suprematisti bianchi che dicono di essere suoi sostenitori? Li ha denunciati con la giusta fermezza?", gli chiedono i giornalisti al termine di un incontro stampa a Bedminster, nel New Jersey, dove Trump è in vacanza. Il presidente ignora le domande e se ne va


L'Fbi intanto ha aperto un'indagine su possibili violazioni dei diritti civili per l'auto si è schiantata contro la folla.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics