Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 17 luglio 2017

Stabilimento balneare in giardino: l'idea di una famiglia di Fucecchio, Firenze. Sant'Anna di Stazzema: nomi sbagliati sulla lapide dell'eccidio. A Mantova fuga dei turisti dai musei senza aria condizionata. Il meglio dell'informazione dai quotidiani locali Finegil

Lo stabilimento balneare me lo faccio... in giardino
Empoli. C’è la piscina, la spiaggia con i lettini prendisole e gli ombrelloni, l’angolo lounge per gli aperitivi e il chiringuito. Uno stabilimento balneare in piena regola, salvo che si trova in un giardino di casa Parlanti a Fucecchio, dove la famiglia si è costruita in poco meno di dieci anni la propria meta delle vacanze a chilometro zero.

I turisti fuggono dai musei roventi
Mantova. Fuga da Palazzo Te. Non è il titolo di un film, ma quanto è capitato giorni fa ad una coppia di turisti francesi in visita alla reggia estiva dei Gonzaga. E proprio perché è estate, le sale affrescate ma soprattutto quelle al piano superiore, nel sottotetto, che ospitano le collezioni di monete gonzaghesche, si sono arroventate. Fino a diventare un forno.

Dalla babysitter alla spesa: via al welfare in azienda
Trieste. L'associazione degli industriali del Venezia Giulia indica un nuovo cammino per il futuro, le imprese fanno sistema per erogare, in modo più vantaggioso per tutti, benefit ai propri dipendenti. Infatti la territoriale di Confindustria guidata da Sergio Razeto ha appena firmato un accordo con Aon, gruppo leader nella consulenza dei rischi e delle risorse umane e nell’intermediazione assicurativa, per lanciare la piattaforma Win.

Quattro gemelline e presto, chissà, un bel maschietto
Pisa. Dieci anni per averne cento come l’ultimo appena trascorso. «È stata una maratona di tentativi falliti, di letti di ospedale sfatti e rifatti, di vicoli ciechi terapeutici, speranze cosmiche, sudore e rabbia partorire questo salotto, ma finalmente eccolo. Anzi eccole», sorride Francesca. Il primo compleanno di Lisa, Anna, Maria e Chiara: «Con loro niente più svaghi. Un altro figlio? Se capitasse...».

Redentore, sistema conta persone promosso. «La sperimentazione sarà estesa»
Venezia. Meno gente, poche barche dei veneziani. Fuochi splendidi e applauditissimi, controlli e numero chiuso promossi senza riserve. Un bilancio positivo quello del Redentore 2017. Circa 80 mila persone hanno seguito nella notte tra sabato e domenica lo spettacolo pirotecnico. Una cifra inferiore a quella degli ultimi anni.

Piantano un semino nell’orto didattico: nasce un girasole di 4 metri
Udine. Una pianta del genere, un mega-girasole di oltre quattro metri, non si era mai vista prima nella scuola primaria di Romans, nonostante vanti una lunga tradizione di orto didattico: è dal 2004 che gli alunni si cimentano, con alterni risultati, nella coltivazione di diversi tipi di verdure. Tutto è iniziato lo scorso anno scolastico quando sono stati piantati in un piccolo vaso di plastica, due o tre semi di girasole per poi seguire le piantine che spuntavano.

La storia dell'ambulanza nelle vetrine di Alessandro
Trieste. Quando una persona ama molto il proprio lavoro, spesso capita che la professione coinvolga anche il tempo libero. È così per Alessandro Moscarda, infermiere del 118, che da anni colleziona mezzi di soccorso da tutto il mondo. Modellini perfettamente ricostruiti in scala, con ogni minimo dettaglio interno ed esterno, uguali agli originali. Ne ha oltre 300, quasi tutti appartengono al soccorso sanitario extra ospedaliero e la maggior parte sono ambulanze.

Malore a tre giorni dal parto. La corsa in ospedale è dirottata
Mantova. La figlia, nata prematura, è ricoverata in terapia intensiva all’ospedale di Mantova. La mamma, tornata a casa nel Basso Mantovano, tre giorni dopo il parto si sente male. Ma l’ambulanza, invece di condurla al Poma dove si trova la figlia, riceve l’ordine di dirottarla all’ospedale di Pieve di Coriano. «È la prassi, siete fuori zona» si è sentito rispondere il compagno della donna dalla sala operativa regionale del servizio d’emergenza 118, che ha sede a Pavia. A questo punto la madre in lacrime è scesa dall’ambulanza, facendosi accompagnare in auto dalla sua bimba.

Nomi sbagliati sulla lapide dell’eccidio
Stazzema. Lo aveva già segnalato nel 2016, ma da allora nulla è stato fatto. Il nome del nonno, vittima dell’eccidio di Sant’Anna, sparito dalla lapide posta di fronte all’Ossario. Quello della nonna, pure, riportato solo con il cognome da nubile, quelli degli zii poi riportati con le età sbagliate.

Ragazzino scomparso a Luzzara, trovato un cadavere in un canale a Suzzara
Reggio Emilia. Alle 10.45 di questa mattina i vigili del fuoco hanno trovato il corpo di un bambino nella chiusa di via Fiocchetti

a Suzzara. Il cadavere è stato recuperato dai sommozzatori di Bologna. Il riconoscimento non è stato ancora fatto ma tutto lascia pensare che si tratti di Ali Hassnain, il ragazzino di 12 anni di Luzzara che era uscito di casa sabato alle 18 e non aveva più fatto rientro.
 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri