Quotidiani locali

Vai alla pagina su Benessere
Bellezza, Italia quarta in Europa per richiesta di ritocchi

Bellezza, Italia quarta in Europa per richiesta di ritocchi

Il nostro Paese è settimo nella classifica mondiale. Business trainato da botulino e filler. Tra i giovani è corsa a epilazione e laser cancella-tattoo

«Nel 2014 le richieste di trattamenti di medicina estetica hanno rappresentato il 76% del totale, con un incremento di oltre il 6 per cento rispetto al 2013. A livello europeo siamo il quarto Paese per numero di richieste, settimi al mondo». Alberto Massirone, presidente della Società italiana di medicina a indirizzo estetico Agorà-Amiest, sceglie i numeri per presentare il 17esimo congresso internazionale di medicina estetica Agorà-Amiest che si è aperto oggi a Milano: oltre duemila medici da oltre 15 Paesi al mondo, riuniti nel capoluogo lombardo per analizzare dati e tendenze di un mercato in continua crescita.

leggi anche:

«L’indagine condotta tra i nostri associati – sottolinea Massirone – mostra un aumento del numero di persone che si rivolgono al medico estetico da tre a cinque volte nell’arco di un anno. Segno che la cura di sé, anche in periodo di crisi, è una priorità per gli italiani».

A trainare il mercato, mosso soprattutto dalla fascia dei 35-55enni e dalle donne (80% delle richieste), sono i trattamenti antiaging: filler e tossina botulinica in testa, seguiti a stretto giro dalla rivitalizzazione cutanea.

Nella fascia 19-34 anni le richieste riguardano perlopiù l’epilazione definitiva e la rimozione dei tatuaggi, mentre fra gli under 18 sono limitate agli interventi correttivi funzionali: per le ragazze trattamenti contro cellulite e sovrappeso, laser cancella-tattoo, epilazione con laser o luce pulsata, scleroterapia e microdermoabrasione; per i maschi trattamenti di dermoabrasione (5%), carbossimetilcellulosa (3%) ed epilazione laser.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik