Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Missione Fvg lungo la Via della Seta a caccia di business tra porto e turismo

Il sistema logistico integrato illustrato in Cina da una delegazione regionale per favorire l’arrivo di nuovi investitori

UDINE Una settimana in Cina per attrarre nuovi investitori, tra porto, turismo ed export. La Regione Friuli Venezia Giulia prepara una missione sulla Nuova Via della Seta nove mesi dopo quella di Debora Serracchiani tra Pechino e la capitale finanziaria ed economica Shanghai.

Dal 18 al 24 settembre una delegazione regionale sarà invece a Chengdu, capoluogo della provincia di Sichuan, in occasione dell’esposizione multisettoriale Western China International Fair. Con l’obiettivo di «con ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

UDINE Una settimana in Cina per attrarre nuovi investitori, tra porto, turismo ed export. La Regione Friuli Venezia Giulia prepara una missione sulla Nuova Via della Seta nove mesi dopo quella di Debora Serracchiani tra Pechino e la capitale finanziaria ed economica Shanghai.

Dal 18 al 24 settembre una delegazione regionale sarà invece a Chengdu, capoluogo della provincia di Sichuan, in occasione dell’esposizione multisettoriale Western China International Fair. Con l’obiettivo di «continuare ad instaurare rapporti costruttivi con i massimi livelli governativi di quel territorio», ha spiegato ieri a Udine in conferenza stampa l’assessore alle Attività produttive Sergio Bini, viaggeranno con la Regione anche l’Autorità di sistema portuale dell’Adriatico orientale, il cluster Arredo e sistema Casa e l’Agenzia investimenti Fvg rappresentati dal presidente Zeno D’Agostino, dal direttore Carlo Piemonte e dal coordinatore Rodolfo Martina.



Giorni fa il ministro dell’Economia Giovanni Tria, in visita a Shanghai, ha rassicurato gli investitori e parlato dei porti del Nord come «sbocco naturale della nuova Via marittima della Seta». Su questa scia si inserisce la missione regionale che punta a promuovere il Fvg e dunque a incentivare il turismo incoming dalla Cina e calamitare capitali e investimenti (nel 2017 l’export Fvg per la Cina è passato da oltre 262 milioni dell’anno precedente - fa notare la Regone - a circa 282, e l’import da 514 a 535). Il tutto in una posizione di forza: il Fvg stavolta è stato chiamato a partecipare, non ha dovuto mettersi in fila. «Il fatto che, volo a parte, non paghiamo un centesimo – rileva Bini – basta a far capire quanto tengano ad averci».

Di qui la sottolineatura sull’«opportunità» di un viaggio «che conferma anche la volontà della Regione di fare concrete azioni di sistema a supporto delle attività produttive – così l’assessore –. Andiamo tra l’altro in un’area strategica: il Sichuan sta diventando determinante nel mercato cinese sia per la propensione agli investimenti con la previsione di diventare un'area industriale da un trilione di yuan, sia per il ruolo logistico che ha come punto di arrivo dei treni Europa-Cina nella nuova Via della Seta».

Un treno «da prendere in corsa», insistono Bini e Piemonte mentre D’Agostino “corregge”: «Meglio che il treno faccia una fermata da queste parti. Ci aspetta una missione importante nel segno della collaborazione tra Regione e Autorità. Proporsi come sistema logistico integrato a Chengdu è particolarmente significativo visto che il capoluogo della provincia di Sichuan è una piattaforma ferroviaria della terrestre Via della Seta, lo snodo più importante per i traffici verso l'Europa».

Non mancheranno gli incontri istituzionali. Tramite il consolato ne sono stati pianificati col vicegovernatore del Sichuan Yang Xingping e con vertici del sistema turistico e della promozione investimenti. Al Fvg sarà riservata anche una vetrina in tutti i principali momenti della presenza governativa, con il vicepremier Luigi Di Maio capodelegazione nazionale.