Salute: Riccardi, 4 mln contributi per strutture assistenziali anziani

Trieste, 12 luglio - Nei prossimi giorni saranno adottati dall'Amministrazione regionale del Friuli Venezia Giulia i decreti di concessione definitiva dei contributi previsti per le 41 strutture ammesse alle due sezioni della graduatoria del "Bando arredi per le case di riposo".

Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, il quale ha anche spiegato che in questo modo verranno messi a disposizione oltre 4 milioni di euro destinati a finanziare l'acquisto e la sostituzione di attrezzature e arredi destinati alle attività assistenziali di comuni, aziende per l'assistenza sanitaria e aziende di servizi alla persona.

"Questo stanziamento - ha sottolineato Riccardi - si colloca sulla scia dell'attenzione al rinnovamento che vogliamo imprimere a tutto il comparto della sanità del Friuli Venezia Giulia. In una visione globale di servizi di qualità offerti al cittadino ci sono infatti anche le migliorie possibili negli ambienti e nelle attrezzature che le varie strutture mettono a disposizione".

Il bando prevedeva una percentuale di contribuzione regionale massima pari all'80 per cento della spesa ammessa a finanziamento e, comunque, fino ad un massimo di 150mila euro, nell'abito di una disponibilità finanziaria complessiva di 4,45 milioni di euro per l'anno 2018.

Come ha rimarcato il vicegovernatore, essendo stati esclusi per motivi formali dalla graduatoria alcuni dei richiedenti, si sono resi disponibili ancora circa 345mila euro. "Conseguentemente a ciò - ha concluso Riccardi - l'Amministrazione in tempi brevi pubblicherà un ulteriore bando, al fine di dare a questi e a quei soggetti che in precedenza non avessero fatto domanda, la possibilità di beneficiare dei contributi disponibili". ARC/COM/gg
 

 

fonte: Agenzia di informazione della Regione Friuli Venezia Giulia


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro