Menu

  • Seguici su

Lavoro: Rosolen, Regione punta a piano complessivo sulla sicurezza

Trieste, 12 luglio - "Un piano complessivo per la sicurezza sul lavoro in Friuli Venezia Giulia": è questo l'obiettivo indicato dall'assessore regionale al Lavoro e alla Formazione Alessia Rosolen nel corso di un incontro tenutosi oggi a Trieste con le organizzazioni sindacali confederali, che proprio sul tema della sicurezza avevano richiesto un confronto alla Regione. Cgil, Cisl e Uil erano presenti rispettivamente con i segretari Villiam Pezzetta insieme a Orietta Olivo, Luciano Bordin e Giacinto Menis.

"Intendiamo rilanciare con forza e in maniera finalmente incisiva iniziative coordinate ed efficaci che promuovano la sicurezza nei luoghi di lavoro per ridurre al minimo la casistica degli infortuni, con un impegno prioritario sul versante della formazione, coinvolgendo tutti gli organi dello Stato, a partire dai presidi territoriali del Ministero dell'Istruzione e del Ministero del Lavoro", ha rilevato l'assessore.

L'Amministrazione regionale punta a riattivare linee di finanziamento sia sulla prevenzione sia sulla formazione entro le risorse del Fondo sociale europeo (Fse) e a incrementare le risorse del Fondo regionale di solidarietà a favore dei familiari delle vittime degli infortuni sul lavoro, costituito dallo stesso assessore nel suo precedente mandato nell'esecutivo regionale. Nell'incontro Rosolen ha condiviso con Cgil Cisl e Uil l'opportunità di un'attività più snella ed efficace della sottocommissione regionale del Comitato di coordinamento sul lavoro, costituita alla fine della scorsa legislatura regionale e riunitasi una sola volta. La sottocommissione sarà convocata già alla fine dell'estate.

Le organizzazioni sindacali hanno manifestato preoccupazione per i dati Inail sugli infortuni mortali in Friuli Venezia Giulia, che nel periodo gennaio-maggio 2018 hanno registrato un aumento di 4 casi (da 9 a 13) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, e hanno sollecitato misure tra le quali l'ampliamento dei presidi di sicurezza sul territorio regionale, ispezioni più efficaci e la predisposizione di un protocollo che garantisca determinate condizioni di sicurezza, trasparenza e applicazione dei contratti in caso di appalti pubblici. Su quest'ultimo punto, legato alle competenze della Regione, Rosolen si è impegnata ad avviare un percorso di verifica e di elaborazione d'intesa con le altre deleghe regionali.

L'incontro odierno è stato giudicato dalle organizzazioni sindacali confederali regionali "positivo e costruttivo". ARC/PPH/ep
 

fonte: Agenzia di informazione della Regione Friuli Venezia Giulia


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro