Himalaya, valanga travolge 35 alpinisti. Tra i 13 morti un triestino

La tragedia sul Manaslu. Nel campo 3 si trovavano più di trenta alpinisti, tra cui tre italiani. La vittima è Alberto Magliano

    Ha causato la morte di 13 persone -tra cui il triestino Alberto Magliano - la valanga che sul Manaslu, sulla catena dell'Himalaya in Nepal, ha travolto nella notte 35 alpinisti mentre dormivano nel campo 3. Diversi i feriti. Salvi gli altri due italiani che partecipavano alla spedizione.

    Sul drammatico incidente è arrivata la testimonianza dell'alpinista Silvio Mondinelli. "Siamo stati travolti dalla valanga - racconta Mondinelli in collegamento telefonico con Sky Sport - che ha portato via una trentina di tende mentre dormivamo”.

    Alcuni alpinisti coinvolti nella tragedia già recuperati sono stati portati a Kathmandu in elicotteri per le cure, ma almeno 8 feriti sono rimasti bloccati al 'campo base' perché gli elicotteri non sono riusciti a levarsi in volo, a causa della scarsa visibilità e del maltempo.

    La vittima italiana Alberto Magliano, nato a Trieste il 24 novembre del 1945, era un alpinista molto esperto che, pur avendo iniziato a praticare tardi lo sport (a 36 anni), aveva conquistato le cosiddette 'Seven Summits', cioè i picchi più alti di ogni continente: "Mi sono sempre considerato un 'conquistatore dell'inutile", ha lasciato scritto sul suo sito sevensummits.it.

    23 settembre 2012
    Casa di Vita

    Le merende sono più sane… con le banane!

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ