Bora d’estate, raffiche a 146 km all’ora - Foto

Trieste. Il vento ha abbassato le temperature. Mare mosso. Danni e numerosi interventi dei vigili del fuoco. Due feriti lievi, completamente bloccata l'attuvità del porto

    Una eccezionale ondata di bora, perfino per Trieste. È quella in corso da due giorni e che ha abbassato le temperature e reso mosso il mare. La raffica più forte registrata dall’Osservatorio meteorologico regionale questa mattina alle 9, è stata di 125 chilometri orari. Il vento è questa mattina ancora più forte della notte scorsa. Secondo i meteorologi la velocità della bora è molto più alta della media estiva. Di conseguenza, il mare è mosso e, nell’arco degli ultimi venti giorni, ha perso circa dieci gradi, passando dai 28 di inizio luglio ai 18 di oggi. Più in generale, finita l’ondata di caldo eccessivo, è in corso quella di eccessivo fresco. Anche la temperatura dell’aria, infatti, è più bassa della media, intorno ai 20 gradi. Sono una trentina gli interventi dei vigili del fuoco dalla scorsa notte perchè la bora ha fatto cadere rami di alberi, volare lamiere e reso pericolanti grondaie e imposte. Gravi disagi attorno alla Ferriera di Servola, dove il vento solleva nubi di fuliggine dai cumuli di carbone ammassati sui piazzale e usati come combustibile dall’impianto siderurgico triestino. Nel resto della regione la situazione è normale.

    Ore 15: due persone sono rimaste ferite a causa della bora. In entrambi i casi, non gravi, si tratta di pedoni colpiti da strutture pericolanti strappate dalle forti raffiche di vento. Un uomo è stato investito dai vetri infranti di una finestra in via Milano e medicato sul posto dal personale del 118. Un’anziana, invece, è statacolpita dai calcinacci precipitati da un condominio nel rione di San Giacomo e precauzionalmente ricoverata. Completamente bloccata l’attività del porto commerciale dalle
    prime ore del mattino. La Sala Operativa della Capitaneria di Porto comunica che, al momento, non è possibile far attraccare in banchina le diverse navi in rada a causa del vento e del mare
    grosso. La bora ha anche strappato diversi alberi di grosse dimensioni al campo sportivo di Cologna e scoperchiato il tetto di uno stabile in via Combi. I Vigili del fuoco devono ancora smaltire oltre trenta interventi, dopo averne portati a termine altrettanti in mattinata.

    Ore 17: la bora continua a soffiare. La raffica più forte registrata in città ha toccato i 146 chilometri orari.

    24 luglio 2012

    Lascia un commento

    Casa di Vita

    Consigli per tornare in forma dopo Pasqua

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ