Polizia locale, Gradisca capofila della Destra Isonzo

Inaugurata in via Garibaldi la nuova sede dei vigili urbani della Fortezza Ora spunta la candidatura ad ospitare il comando intercomunale

    di Luigi Murciano

    GRADISCA. Il comune di Gradisca si candida ad ospitare un eventuale comando intercomunale di Polizia Locale della Destra Isonzo. Il concetto è emerso ieri nel corso dell’inaugurazione della nuova sede dei vigili urbani, ricavata nell’ex asilo di via Garibaldi grazie a un finanziamento misto fra la Regione e l’ente guidato dal sindaco Franco Tommasini. «In tempi in cui si fa un gran parlare di ottimizzazione dei costi - ha affermato quest’ultimo - l’accorpamento degli uffici di Polizia Locale, così come di altri servizi, è sicuramente uno scenario cui dovremo abituarci. Gradisca in questi anni qualche sacrificio lo ha dovuto compiere, forse perdendo qualcosa - ha proseguito il primo cittadino - ma credo che in questo particolare settore possa dire la sua vista la posizione baricentrica e la funzionalità di questa nuova sede. Spero possa essere avviato al più presto un ragionamento con il Comune di Romans (con cui Gradisca condivide da qualche tempo i servizi di segreteria generale, ndr) e altre municipalità».

    Secondo indiscrezioni, l’accorpamento dei servizi fra 8 comuni della Destra Isonzo (Gradisca, Romans, Villesse, Mariano, Moraro, San Lorenzo, Capriva, Medea) sarebbe più che una semplice ipotesi. All’inaugurazione della nuova sede, costata in tutto 90mila euro (50mila garantiti dalla Regione, 40mila dal Comune) non hanno voluto fare mancare la propria presenza l’assessore regionale alla Sicurezza, Federica Seganti, il Prefetto di Gorizia Maria Augusta Marrosu, i vertici provinciali della Polizia Locale, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

    Terminano così i disagi dei cittadini ma anche degli stessi agenti capeggiati dal comandante Nadia Piccolo, costretti in questi mesi a una sistemazione temporanea al secondo piano del palazzo municipale dopo avere lasciato - per fare posto alla nuova Galleria Spazzapan – la sede storica al piano terra di via Ciotti.

    Altri spazi dell’edificio di via Garibaldi, già asilo nonchè sede del circolo culturale Zorutti, nel prossimo futuro potrebbero essere utilizzati anche come uffici degli assistenti sociali. Nel suo intervento Tommasini ha inteso ringraziare l’assessore Seganti per l’attenzione riservata a Gradisca in ambito di sicurezza. Un’attenzione particolare, dovuta alla coesistenza con le strutture per migranti Cie e Cara e concretizzatasi anche in tre finanziamenti per il rifacimento della pubblica illuminazione, sia in centro che in periferia.

    «Tanti parlamentari e politici regionali ci avevano promesso aiuti in questo senso ma si sono defilati. Non Federica Seganti», ha commentato amaro il sindaco. «Dal 2008, da quando cioè esiste la particolare delega alla Sicurezza - ha spiegato Seganti - abbiamo investito molto in mezzi, infrastrutture, tecnologie e formazione degli agenti. Prestare attenzione a Gradisca vista la sua posizione nevralgica e le particolari strutture che ospita è stato doveroso».

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    22 luglio 2012
    Casa di Vita

    Il menu di Pasqua di Casa di vita

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ